Mais: proprietà, uso e benefici

Mais: proprietà, uso e benefici

Pannocchie di mais
(Last Updated On: 05/02/2018)

Il mais è un cereale altamente energetico e nutriente, dal sapore dolce e dalla consistenza croccante. É largamente diffuso nell’industria alimentare e, grazie alle sue molteplici proprietà benefiche e nutritive, può essere integrato nelle diete ricostituenti di adulti e bambini.

Origini e proprietà del mais

Il mais è una pianta erbacea originaria della specie delle Poaceae, proveniente dall’America. Il suo elevato contenuto di amido lo rende un cereale a tutti gli effetti, al pari dell’avena, dell’orzo e della quinoa. I semi vengono utilizzati principalmente in cucina, per l’alimentazione umana e animale. Esistono diverse varietà :

– Mais giallo: si tratta della varietà di mais più diffusa e conosciuta in Europa. I chicchi presentano una colorazione giallastra e sono contenuti all’interno di pannocchie di media lunghezza e tondeggianti.

– Mais bianco: questa tipologia è priva di carotenoidi ed è caratterizzata da una colorazione biancastra. Le pannocchie possiedono una forma più allungata rispetto a quelle classiche.

Mais rosso: grazie all’elevata presenza di betacarotene e antocianine, questo mais è dotato di una caratteristica colorazione rossa. Viene coltivato principalmente nell’area del Perù e viene impiegato nell’industria anche come colorante alimentare. La pannocchia ha una particolare forma bombata che ricorda quella di una grossa fragola.

– Mais arlecchino: questa particolare varietà di mais presenta una colorazione variegata dei chicchi. Per questo motivo viene definita col termine di arlecchino.

Questo cereale si presta a svariate lavorazioni industriali e può essere consumato al naturale oppure sotto forma di farina, olio e amido. Dal mais è possibile ricavare anche il bioetanolo, una sostanza che viene impiegata nell’industria come combustibile. Il mais secco può essere usato come riscaldamento per le stufe a pellet. Questo cereale è molto nutriente e altamente calorico. Per questo motivo il suo consumo è consigliato nei casi di malattie debilitanti e in situazioni di sottopeso come alimento ricostituente. Contiene elevate quantità di minerali, come il potassio, il calcio e il magnesio e vitamine del gruppo B e A. Al suo interno è presente il difolato che sostiene i processi genetici del DNA e RNA. Ciò lo rende indicato per alimentazione di gestanti e bambini. Ancora, questo cereale contiene ditiamina, nota anche come vitamina B1, che migliora il funzionamento delle cellule del cervello. Altre sostanze benefiche sono la Vitamina B12 e l’acido folico che sono utili nella prevenzione e nella cura dell’anemia e in presenza di carenza di ferro. Mangiare questo cereale permette di controllare la glicemia presente nel sangue, riducendo la presenza di zuccheri in circolo nell’organismo. Infine contiene flavonoidi che contribuiscono a rafforzare le difese immunitarie.

Mais: usi e benefici

I semi possono essere consumati crudi o cotti oppure possono essere trasformati e lavorati per ottenere svariati prodotti alimentari, come l’olio di semi di mais e l’amido di mais. Ecco le principali proprietà di questo cereale:

– Svolge un’azione lassativa: è ricco di fibre che aiutano il funzionamento intestinale. Il consumo dei chicchi è particolarmente indicato nei casi di costipazione, stipsi ed emorroidi poiché produce un’azione lassativa che permette di svuotare l’organismo da feci, tossine e scorie. L’assunzione riduce anche il rischio di sviluppare malattie al colon.

– Ha effetti benefici sull’anemia: contiene vitamine del gruppo A e minerali come il fosforo che aiutano a sopperire le carenze provocate dall’anemia. L’assunzione regolare di questo cereale può migliorare la concentrazione, l’attenzione e la memoria.

– Indicato nell’alimentazione dei celiaci: questo cereale è fortemente energetico e completamente privo di glutine, dunque, può essere integrato nell’alimentazione dei celiaci.

– Porta benefici ai malati di diabete: molte ricerche scientifiche hanno evidenziato che mangiare mais con regolarità, nei casi di malattie come il diabete , aiuta a regolare i livelli di insulina nel corpo. Infatti, il mais contiene acidi fenolici che agiscono sui processi di rilascio e assorbimento di questa sostanza.

– Ha effetti diuretici: questo cereale favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso, tossine e scorie, responsabili di fastidiosi gonfiori e malesseri.

– Combatte i radicali liberi: alcuni studi recenti hanno dimostrato che il mais ha caratteristiche antiossidanti poiché riesce a contrastare l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.

– Svolge un’azione antitumorale: questo alimento contiene acido ferulico che combatte alcuni tumori alla mammella e al fegato.

– Contiene acido folico e vitamine: in gravidanza l’assunzione di mais aiuta ad integrare acido folico, sostanza fondamentale per garantire il corretto sviluppo del bambino nel grembo materno. Nella prima infanzia, invece, il mais viene usato per sostenere la crescita dei lattanti dopo la svezzamento.

– Riduce il colesterolo in eccesso: l’olio di mais permette di diminuire il colesterolo nel sangue. Ciò è molto importante per prevenire malattie a carico del cuore e dell’apparato circolatorio.

– Ha proprietà lenitive e ricostituenti della pelle: l’amido di mais può essere usato come rimedio in caso di irritazioni della cute e delle mucose della pelle.

Curiosità

Il mais è una pianta dalle mille proprietà. Gli indiani delle zone del Perù lo usavano come droga per alterare la percezione sensoriale. Infatti, questo cereale è ricco di alcaloidi, sostanze con capacità eccitatorie della corteccia cerebrale. Secondo la tradizione popolare, il nome deriva dalla parola mahiz, utilizzata dalle popolazioni indigene delle Americhe per indicare il prodotto principale della loro alimentazione. Questo cereale veniva utilizzato in svariate maniere: per preparare bevande, come mangime per il bestiame, per preparare lo zucchero, per coprire le capanne e per ottenere una farina simile alla polenta. Nelle civiltà precolombiane era considerato un cibo sacro. Secondo una leggenda Maya, l’uomo fu creato da un composto a base di mais e acqua. Nella cultura contadina il mais era noto per le sue capacità curative. Venivano realizzati degli impacchi a base di questo alimento per il trattamento di stati febbrili e influenzali e bronchiti.

Controindicazioni

Si tratta di un alimento salutare e ben tollerato dalla maggior parte della gente, tuttavia, in alcuni casi specifici, se ne sconsiglia il consumo per evitare degli effetti indesiderati. Essendo un cereale altamente calorico, l’assunzione è da evitare quando si conduce una dieta ipocalorica. Un suo consumo eccessivo, infatti, può causare aumento di peso. Gli alcaloidi vegetali contenuti al suo interno possono provocare dissenteria, vomito e coliche intestinali, in soggetti predisposti o in caso di abuso di questo alimento.

Guarda anche le caratteristiche del ribes rosso

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Frutti colorati di Alchechengi su tavola di legno
Pubblicato da |
Alchechengi: proprietà, uso e benefici
Gli alchechengi, o alkekengi La pianta Physalis alkekengi, appartenente alla famiglia delle Solanacee, produce una piccola bacca nota come Alchechengi. Il termine "alkekengi" ha origini francesi e deriva da "alquequange...
Fiore della pianta di Konjac
Pubblicato da |
Konjac: proprietà, uso e benefici
Le origini del Konjac e il suo utilizzo nella storia Il Konjac, anche noto come Amorphophallus konjac, è una pianta perenne, o meglio una radice, appartenente alla famiglia delle Aracee....
Proprietà e benefici della Gomma di Guar
Pubblicato da |
Gomma di Guar: proprietà, uso e benefici
Gomma di guar: caratteristiche principali Quando si parla di gomma di guar (chiamata comunemente anche guarano) si intende generalmente una tipologia di farina che si ricava dalla macinazione dei semi...