Olio essenziale di gelsomino proprietà e utilizzo

Olio essenziale di gelsomino proprietà e utilizzo

olio essenziale di gelsomino
(Last Updated On: 04/02/2018)

Il gelsomino, storia di un fiore profumato

Sebbene oggi il gelsomino cresca spontaneamente quasi ovunque, questo è un arbusto originario dell’Oriente e dell’America Meridionale, che solo in epoche relativamente recenti si è diffuso nel Mediterraneo. E’ un tipo di pianta rampicante che, in determinate condizioni, può raggiungere anche i 4 metri di altezza, regalando suggestioni olfattive davvero straordinarie. Si adatta perfettamente anche alla coltivazione in vaso e da sempre il suo profumo e la sua delicatezza hanno ammaliato l’uomo.

Alcuni frammenti di gelsomino sono stati rinvenuti a ridosso della mummia di un antico faraone egiziano, segno che a questo fiore veniva data una grandissima importanza, una simbologia fortissima, che tutt’oggi persiste in alcune culture. Nei Paesi Arabi, per esempio, c’è la convinzione che il Paradiso profumi di gelsomino e secondo alcune leggende, il gelsomino sarebbe nato da una piccola rivoluzione di alcune stelle del cielo che, convinte di non brillare abbastanza, si lamentarono. Vennero quindi cacciate e, una volta giunte sulla terra, il dispiacere della loro madre per quell’allontanamento fu tale che le piccole stelle ribelli furono trasformate in stelle di terra, i gelsomini.

Il gelsomino, quindi la conoscenza delle sue proprietà, pare arrivò in Europa nel 1500 perché importato dagli spagnoli al loro ritorno in patria. In Italia, invece, la storia si mescola alla leggenda, perché pare sia stato Cosimo de’ Medici a volere a tutti i costi i gelsomini nei suoi giardini ma ne era talmente innamorato che solo lui poteva coltivarlo nei suoi giardini. Per tale motivo proibì ai suoi giardinieri di portare all’esterno delle sue proprietà anche solo un solo ramoscello reciso ma un giovane lavorante, dopo molti anni, ne volle fare dono alla sua fidanzata. La ragazza decise di piantare quel piccolo fiore nel suo orto, dove la pianta crebbe rigogliosa invece di avvizzirsi: la leggenda vuole che tutte le piante di gelsomino presenti in Italia siano nate proprio da quel fiore trafugato a casa de’ Medici, che fece la fortuna della ragazza e del suo giardiniere.

L’olio essenziale di gelsomino

Uno dei principali motivi per cui viene coltivato il gelsomino, oltre che per la sua bellezza, è sicuramente il suo ottimo olio essenziale. E’ un’essenza profumatissima, molto raffinata, che spesso viene utilizzata anche come base per numerosi profumi di lusso. La fonte da cui viene estratto l’olio essenziale del gelsomino sono i petali del fiore: il liquido viene secreto dalla pianta e convogliato all’interno di alcune sacche epidermiche dei petali, che si trovano nella parte interna.

Da ogni singolo petalo viene estratto pochissima essenza ed è anche per questo motivo che questo fiore e la sua essenza sono così preziosi. Per dare un’idea della difficoltà di estrazione è importante sapere che per ottenere 1Kg di essenza di gelsomino è necessario utilizzare ben 8mila fiori. Questo dà anche modo di capire il motivo per il quale i prodotti a base di olio essenziale di gelsomino abbiano un costo così elevato sul mercato.

Va specificato che non da tutte le specie di gelsomino è possibile estrarre l’olio essenziale: la più utilizzabile in tal senso è la varietà grandiflorum, che sembra essere quella con maggiore capacità di produzione di olio essenziale. Anche se produce poca essenza per ogni suo petalo, il gelsomino è perfetto e amato anche da chi si diletta nella produzione domestica di profumi e deodoranti per l’ambiente, perché l’estrazione non è difficile. L’operazione, infatti, può semplicemente essere condotta mediante distillazione in corrente di vapore, un procedimento che però rischia di rovinare il petalo e, quindi, di sprecare gran parte dell’essenza.

Esiste un’alternativa, detta enfleurage ed è una tecnica molto antica, che sembra sia stata messa a punto dagli egizi per l’estrazione delle essenza dai fiori più delicati, come gelsomino e rose. Si utilizza un solvente per l’estrazione, che sfrutta il famoso e antico principio del “simile scioglie il simile”: questa è una tecnica talmente semplice che è la più utilizzata per l’estrazione domestica. Uno dei solventi più facilmente reperibili è il burro di karitè.
I componenti principali dell’olio essenziale di gelsomino sono l’acetato di linalile e quello di benzoile, il linalolo e il farnesolo ma, soprattutto, il jasmone. Questo è un composto organico, per la precisione un chetone, con alta volatilità che nella sua variante naturale è presente solo nella forma cis-jasmone: è a questo composto che si deve la straordinaria profumazione del gelsomino e del suo estratto, ottimo sia per profumare ma anche per numerosi altri utilizzi officinali.

Le proprietà e l’uso dell’olio essenziale di gelsomino

Molte delle proprietà del gelsomino traggono origine dalle credenze popolari e dalla consuetudine: si tratta di rimedi a base di gelsomino che si tramandano da tempo immemore, con più o meno fondamento scientifico. Esistono anche delle credenze legate ad alcuni rituali magici che hanno come protagonista principale il gelsomino, che secondo alcune culture sarebbe in grado di allontanare invidie e gelosie da chi è affetto da questi sentimenti.

L’olio essenziale di gelsomino è afrodisiaco?

Una delle proprietà che vengono attribuite al gelsomino è il suo essere afrodisiaco. Non si tratta di una proprietà scientificamente riconosciuta, però pare che il suo profumo sia in grado di stimolare la fantasia erotica. Sicuramente, questa è una fragranza sensuale e piacevole e forse è questo il motivo per il quale l’essenza di gelsomino e il suo olio essenziale vengono utilizzati, mediante inalazione, in caso di calo della libido e di frigidità.

Le proprietà stimolanti dell’olio essenziale di gelsomino

Sempre il suo profumo è il principale responsabile della proprietà euforizzante dell’olio di gelsomino, che viene spesso consigliato nei casi di down emotivo, angoscia, ansia e apatia. Il motivo di questo utilizzo è da ricercare nella presunta capacità del gelsomino di stimolare le endorfine, responsabili del tono dell’umore e del rilassamento nervoso.
Altre proprietà non riconosciute del gelsomino sono la capacità di riequilibrio del sistema ormonale femminile e il contrasto dei dolori mestruali. Questo secondo punto, però, potrebbe essere provato scientificamente dal fatto che l’essenza di gelsomino ha effettivamente delle proprietà miorilassanti, anche se blande, tali che potrebbero in qualche modo ridurre gli spasmi uterini. Per questo motivo, l’olio essenziale di gelsomino viene impiegato anche per facilitare il parto.

Altre proprietà dell’olio essenziale di gelsomino

Le capacità antispasmodiche e quelle antireumatiche del gelsomino sono riconosciute dalla fitomedicina e sono uno dei motivi principali per i quali l’olio essenziale di gelsomino viene largamente impiegato in ambito erboristico-fitoterapico. La varietà di gelsomino che in questo caso garantisce maggiori risultati è il Gelsemium nitidum, poco presente in Italia ma molto diffusa nelle Americhe. L’essenza di gelsomino è presente in ampie dosi nei composti per la cura delle affezioni al sistema respiratorio come tosse, raucedini e lievi mal di gola causati da semplici laringiti.

Esiste un utilizzo alternativo del gelsomino, particolarmente sfruttato nella medicina omeopatica. La tintura madre, che si ottiene dalle radici della pianta e non dai suoi petali, sembrerebbe essere un ottimo rimedio per alleviare i dolori e i disturbi causati da malattie come la miastenia, ma anche per curare l’insonnia e l’emicrania, il raffreddore e alcune lievi paralisi localizzate transitorie.

L’olio essenziale di gelsomino nella cosmesi

L’olio essenziale di gelsomino, proprio grazie alla sua profumazione inebriante e caratteristica, è un elemento portante di tantissime eau de toilette, eau de parfume e lozioni. Sono tantissime anche le creme cosmetiche all’essenza di gelsomino, prodotte da importanti case di bellezza che di questa essenza non sfruttano solo il profumo ma anche le proprietà cicatrizzanti. Infatti. l’olio essenziale di gelsomino ha dimostrato la sua efficacia anche nella lotta contro le rughe e i segni del tempo. Inoltre, è un ottimo lenitivo contro le screpolature e le gli arrossamenti, anche quelli causati da psoriasi e da dermatiti, di più o meno grave entità.

Controindicazioni

Anche l’olio essenziale di gelsomino ha le sue controindicazioni. Così come tutti gli oli essenziali, anche quello di gelsomino non va mai utilizzato allo stato puro sulla pelle: nei soggetti più delicati può dare vita a fenomeni irritanti di grave entità ma anche nei soggetti meno esposti può essere causa di fastidiosi arrossamenti e dermatiti. Nell’olio essenziale di gelsomino questo è dovuto principalmente alla presenza dell’acetato di benzile, un composto che è conosciuto per conferire maggiore sensibilità alla pelle. Inoltre, l’utilizzo dell’olio essenziale di gelsomino andrebbe ridotto o evitato durante il periodo della gravidanza. Gli erboristi sconsigliano anche l’utilizzo dell’olio essenziale di gelsomino nei bambini, la cui sensibilità epidermica è più accentuata.

Guarda anche l’olio essenziale di rosa

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Ramo di cipresso con bacche
Pubblicato da |
Olio essenziale di cipresso proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di cipresso L'olio essenziale di cipresso viene estratto dalla Cupressus sempervirens, albero che cresce in un contesto mediterraneo e infatti è molto nota in Italia, è una...
Bacche di pepe nero su tavolo di legno
Pubblicato da |
Olio essenziale di pepe nero proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di pepe nero Il pepe nero, e i suoi estratti, è da sempre utilizzato nella medicina orientale, grazie ai molteplici benefici. La sua origine è indiana ma...
Boccettino dosatore di olio essenziale di salvia e foglie di salvia
Pubblicato da |
Olio essenziale di salvia proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di salvia L'olio essenziale di salvia è estratto dalla Salvia sclarea, una pianta cespugliosa e sempreverde dalle foglie profumate usate spesso come spezia alimentare. La sua origine...