Olio essenziale di ginepro proprietà e utilizzi

Olio essenziale di ginepro proprietà e utilizzi

Olio-essenziale-di-ginepro con bacche di ginepro
(Last Updated On: 08/02/2018)

L’olio essenziale di ginepro viene estratto prevalentemente dalle cosiddette bacche di Juniperus communis, ma anche dal fogliame e dai frutti di Juniperus virginiana e di altre specie della pianta. Le bacche di ginepro sono tonde, di piccole dimensioni e di colore scuro, quasi nero; in effetti non sono delle vere e proprie bacche, in quanto il ginepro è una conifera e in quanto tale i suoi frutti sono detti coni.
I coni del ginepro sono particolari, molto diversi da quelli di tutte le altre conifere e sono chiamati galbuli o coccoli, dapprima carnosi divengono duri e legnosi a maturazione, prima di liberare i semi della pianta. In Italia esistono diverse specie di ginepro allo stato selvatico, ma questa pianta è utilizzata anche a scopo ornamentale, in parchi e giardini. Sono alberi abbastanza grandi, caratterizzati per un portamento a fiamma con una chioma non eccessivamente ampia e sempreverde.

Descrizione dell’olio essenziale di ginepro

L’olio essenziale di ginepro contiene una lunga serie di principi attivi, tra cui possiamo ricordare: pinene, sabinene, candinene, mircene, terpinene, tannini, diterpeni, proantocianine, Resine, Monosaccaridi e Flavonoidi. Alcune di queste sostanze sono utilizzate anche dall’industria dei profumi e alimentare, in quanto hanno un forte potere balsamico. Ad esempio spesso sono gli estratti di olio essenziale di ginepro che aromatizzano le caramelle balsamiche e gli sciroppi per la tosse, così come gli spray contro l’alito cattivo. Gli utilizzi di olio essenziale di ginepro, e di infuso delle bacche della pianta, nella medicina popolare sono molteplici in tutta Europa. Recenti studi hanno però evidenziato come alcune delle sostanze presenti in quantità massicce nell’olio possono risultare particolarmente dannose per specifici soggetti.

Proprietà e utilizzi dell’olio essenziale di ginepro

L’olio essenziale di ginepro è molto apprezzato in medicina popolare, viene infatti utilizzato da millenni per curare diversi stati patologici. La principale funzione dell’olio, comprovata anche da specifici studi scientifici, è carminativa e stomachica. Si tratta quindi di una sostanza in grado di favorire la digestione, anche in caso di patologie a carico dell’apparato digerente, in particolare dello stomaco e dell’intestino.

Olio essenziale di ginepro per aerofagia e meteorismo

Inoltre l’olio di ginepro permette di limitare la presenza di gas nell’intestino, utile per combattere l’aerofagia, il meteorismo, le coliche intestinali e da dispepsia. Questa sostanza ha però dimostrato di poter apportare ulteriori benefici, tra cui è stata accertata un’attività diuretica e antinfiammatoria. Oltre a questo il ginepro può essere utilizzato nei casi in cui si debba combattere l’ipertensione, la glicemia elevata, ma anche in caso di infezioni batteriche o virali.

Olio essenziale di ginepro per l’herpes

Nello specifico l’olio essenziale di ginepro si può utilizzare contro il virus dell’Herpes simplex, direttamente sulle zone colpite. In questi casi è però opportuno mescolarne piccole quantità ad altri oli portanti. Inoltre alcuni componenti dell’olio essenziale di ginepro possono, a lungo andare, nuocere alla salute. Per questo motivo è importante utilizzarlo per brevi periodi di tempo e sfruttando prodotti di alta qualità, puro al 100%.

Olio essenziale di ginepro per reumatismi e dolori mestruali

L’utilizzo principale dell’olio essenziale di ginepro non è solo interno, ma anche esterno, topico. Sembra infatti che i massaggi con olio di mandorle dolci miscelato a poche gocce di olio essenziale di ginepro giovino ampiamente contro i reumatismi, così come nel caso di dolori mestruali. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto l’olio si può assumere anche internamente, anche per le infezioni delle vie urinarie, ma ance contro la gotta.

Olio essenziale di ginepro in omeopatia e aromaterapia

L’olio essenziale di ginepro viene utilizzato ampiamente anche in omeopatia, contro problematiche simili a quelle riscontrate per quanto riguarda la medicina popolare. I dosaggi di granuli o di macerato di tipo omeopatico devono però essere stabiliti da un omeopata abilitato, in grado di effettuare una precisa diagnosi per ogni singolo soggetto. Questo olio ha un ampio impiego anche in aromaterapia, il profumo pungente e balsamico infatti ha azione energizzante ed euforizzante, da utilizzare come tonico per ristabilire l’umore. Il suo impiego è ampio anche come olio balsamico, perfetto da utilizzare nella casa durante l’inverno, per contrastare le malattie dell’apparato respiratorio.

Controindicazioni dell’olio essenziale di ginepro

L’olio essenziale di ginepro non deve essere utilizzato su soggetti che hanno mostrato ipersensibilità ad uno dei suoi componenti. Inoltre diversi studi hanno chiarito come alcuni dei principi attivi presenti al suo interno possano avere un’azione nociva nei confronti dei reni e del fegato. Ne è vietato l’utilizzo in gravidanza, in quanto può provocare, se usato in dosi eccessive, contrazioni uterine.

Anche per le donne che stanno allattando l’utilizzo di questo olio essenziale è fortemente sconsigliato. L’utilizzo di questa sostanza, molto ricca di principi attivi che svolgono una forte azione sul nostro organismo, è sconsigliata per terapie di lunga durata per uso interno. L’assunzione di olio essenziale di ginepro, tramite massaggi nella zona renale e nei pressi delle ghiandole linfatiche, può aiutare i reni e l’intero organismo ad espellere le tossine. Se tale utilizzo però si protrae nel tempo la stimolazione potrebbe causare danni ai reni, o anche infiammazioni locali nelle zone dei massaggi. Non sono infatti rari casi di dolore nell’area renale, aumento della diuresi con successivi stati di ipertensione e tachicardia, avvertiti anche da chi utilizza l’olio essenziale di ginepro per uso interno.

Le persone che avvertono questi sintomi devono rapidamente sospendere il trattamento con olio essenziale di ginepro ed avvertire il medico di base, per valutare se sia il caso di effettuare specifica terapia. Come avviene per qualsiasi altro olio essenziale anche quello di ginepro non dovrebbe essere usato dopo un’autodiagnosi, ma solo su suggerimento del medico, dell’erborista o dell’omeopata, professionisti che sono anche in grado di consigliare una terapia idonea per ogni singolo soggetto. Questo olio essenziale non dovrebbe essere utilizzato da coloro che hanno problematiche renali di qualsiasi tipo; inoltre può avere effetti di interazione con farmaci diuretici e ipoglicemizzanti orali.

Dove si trova l’olio essenziale di ginepro

Si può trovare in tutte le classiche erboristerie o negozi bio e di prodotti naturali di ogni centro abitato, oppure si può comprare direttamente online in una erboristeria online di fiducia.

Guarda anche l’olio essenziale di geranio e le sue proprietà

 

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Ramo di cipresso con bacche
Pubblicato da |
Olio essenziale di cipresso proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di cipresso L'olio essenziale di cipresso viene estratto dalla Cupressus sempervirens, albero che cresce in un contesto mediterraneo e infatti è molto nota in Italia, è una...
Bacche di pepe nero su tavolo di legno
Pubblicato da |
Olio essenziale di pepe nero proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di pepe nero Il pepe nero, e i suoi estratti, è da sempre utilizzato nella medicina orientale, grazie ai molteplici benefici. La sua origine è indiana ma...
Boccettino dosatore di olio essenziale di salvia e foglie di salvia
Pubblicato da |
Olio essenziale di salvia proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di salvia L'olio essenziale di salvia è estratto dalla Salvia sclarea, una pianta cespugliosa e sempreverde dalle foglie profumate usate spesso come spezia alimentare. La sua origine...