Olio essenziale di tea tree proprietà e utilizzo

Olio essenziale di tea tree proprietà e utilizzo

Olio essenziale di tea tree candela e foglie di the
(Last Updated On: 08/02/2018)

Cos’è un olio essenziale

Quando si parla di olio essenziale, si intende un mix di sostanze volatili che si ottengono tramite processo di distillazione di alcune varietà di piante di tipo aromatico mediante l’utilizzo di vapore acqueo.
Tale metodo è di origine molto antica, risalente alla cultura araba, e consiste nel far attraversare i fiori e le foglie della pianta dal vapore acqueo che ne assorbirà tutte le sostanze in essi contenute. Dopodiché, il vapore sarà fatto condensare in acqua fredda e poi separato da quest’ultima. In questo modo, il risultato ottenuto sarà un liquido oleoso che si rivelerà essere insolubile in acqua ma solubile in alcool ed olio. Per via della sua volatilità, ossia la sua capacità di evaporare molto facilmente, il profumo di un olio essenziale sarà decisamente molto intenso. Una volta ottenuto, un olio essenziale può essere conservato per circa un anno (in luogo fresco e asciutto, in vetro scuro e lontano dalla luce diretta), facendo molta attenzione a richiudere in fretta la boccettina che lo racchiude per evitare che il contatto con l’aria possa ossidarlo o farlo evaporare.

Le origini e la storia dell’olio di tea tree

L’olio di tea tree, detto anche olio della pianta del tè, è un olio essenziale ottenuto dalle foglie dell’albero di Melaleuca alternifolia, pianta tipicamente australiana a crescita spontanea, che si trova in particolar modo vicino ai ruscelli e alle paludi. Si tratta di un albero ad alto fusto, che può arrivare anche a sei metri di altezza, ed è caratterizzato da un tronco molto scuro, foglie verdi ed allungate e fiori bianchi e filamentosi che compongono folti grappoli. Da questo contrasto di colori, tronco scuro e fiori bianchi, ne deriva il nome “melaleuca”, che significa appunto nero e bianco.

Cenni storici sull’olio essenziale di tea tree

La sua introduzione in occidente avvenne intorno alla fine del 1700 quando l’esploratore e navigatore britannico James Cook scoprì questa pianta in uno dei suoi viaggi in Australia. Egli osservò gli abitanti che ne utilizzavano le foglie per ottenerne particolari infusi e rimedi naturali grazie alle proprietà antisettiche della pianta a loro già note. Come spesso accade per le popolazioni che vivono a stretto contatto con la natura e ne conoscono i suoi segreti, gli aborigeni australiani utilizzavano la melaleuca ed i suoi estratti in particolare per la cura di ferite ed eruzioni cutanee, per alleviare le infiammazioni della gola e persino per contro l’emicrania. Solo molto più tardi, però, fu pensato di applicare il più antico processo di distillazione alle sue foglie, per ottenerne, appunto, un olio ricco e profumatissimo. Era il 1925 quando fu introdotto il primo olio essenziale di tea tree, ad opera di Arthur Penfold, chimico australiano impiegato presso il Museum of Technology and Applied Science, che condusse uno dei primi studi sul tea tree.

La veloce diffusione dell’olio essenziale di tea tree

La conoscenza di quest’olio e delle sue proprietà divenne così diffusa che era possibile trovare l’olio del tea tree in tutti i kit di pronto soccorso in circolazione durante la Seconda Guerra Mondiale. Oggi si calcola che da 1 kg circa di foglie fresche, miste a qualche tenero ramoscello, si possono ottenere, mediante il processo di distillazione sopra descritto, circa 10ml di essenza pura. I sui principi attivi, tuttavia, sono efficaci solo se la pianta da cui viene estratto l’olio è completamente naturale e biologica. Purtroppo, come per ogni coltivazione, anche la Melaleuca alternifolia è stata oggetto di esperimenti e colture intensive ed immessa sul mercato in forma transgenica. Inoltre, sarà bene fare attenzione alle contraffazioni e alle essenze vendute come estratti di tea tree, ma che hanno origine da piante di melaleuca della varietà non alternifolia. Ciò comporterà una profumazione molto diversa e benefici pressoché nulli, specie se le piante in questione sono transgeniche oppure l’olio è ottenuto con processi non consoni. I migliori oli essenziali, infatti, sono quelli prodotti senza l’utilizzo di alcun tipo di solvente chimico ed estratti da piante completamente naturali e coltivate senza pesticidi. Sarà bene, dunque, acquistare il prodotto puro e di origine biologica, oltre ad accertarsi che sia estratto dalla giusta varietà di melaleuca, ossia la alternifolia.

Le proprietà e gli usi dell’olio di tea tree

L’olio essenziale di Tea Tree ha molteplici proprietà, tra cui antibatteriche, cicatrizzanti, antiodoranti, antimicotiche, antisettiche e antifungine, ragion per cui trova impiego in moltissimi campi, dalla cosmesi all’uso terapeutico, fino alle pulizie della casa e della biancheria. Pertanto, quest’olio essenziale, frutto di semplici foglie, può essere considerato quasi miracoloso per le sue svariate possibilità di impiego e soprattutto per la sua efficacia.
Per le sue proprietà lenitive, l’olio essenziale di tea tree è impiegato in casi di punture d’insetti, scottature ed eritemi solari. E’ inoltre indicato anche in casi di infezioni delle vie respiratorie e persino delle zone più intime. E’ infatti molto conosciuto il suo impiego, per le caratteristiche antifungine ed antimicotiche, come cura naturale per la candida, una comunissima infezione da fungo che colpisce gli organi genitali, in genere femminili.

Olio essenziale di tea tree come antiforfora

L’olio di Tea Tree può essere utilizzato anche come naturale prodotto anti-forfora, semplicemente miscelandone una decina di gocce all’intero flacone di shampoo normalmente utilizzato, meglio se naturale e a composizione neutra. In generale, questo olio essenziale va utilizzato con molta parsimonia, poiché concentrato e molto potente, quindi sarà bene munirsi di un contagocce per un impiego preciso, rapido e senza sprechi.
Diluendo, invece, solo 2 gocce di questo olio in un bicchiere di acqua, si otterrà un collutorio rinfrescante, disinfettante e soprattutto completamente naturale, con azione sbiancante se abbinato ad un semplice cucchiaino di bicarbonato. Si potrà aggiungerne qualche goccia a dell’olio di cocco o di mandorle dolci ed utilizzarlo per massaggi tonificanti ed idratanti, donando un profumo fresco ed intenso e svolgendo anche un’azione purificante e drenante.

Olio essenziale di tea tree: per acne e brufoli, per micosi (funghi) dei piedi

Se poi si frequentano palestre o piscine, si potrà utilizzare l’olio essenziale di tea tree come disinfettante per i piedi, così da evitare la comparsa di fastidiosi funghi, molto diffusi nei luoghi comuni dove si tende a camminare scalzi. Basterà diluirne poche gocce in olio vegetale e tamponare le zone interessate con un batuffolo di cotone imbevuto nella miscela. Lo stesso procedimento sarà indicato per combattere acne, brufoli, herpes, verruche, dermatiti e persino piccole cisti sebacee, grazie al suo potere antibatterico ed antisettico. Qualche goccia di olio essenziale di tea tree, all’interno di diffusori o piccoli bruciatori a candela, basterà a deodorare e profumare gli ambienti, specie in inverno o in luoghi molto affollati. Meglio ancora se misto ad olio di eucalipto, per le sue caratteristiche balsamiche efficaci contro infiammazioni e congestioni.
Quest’olio dalle mille proprietà e i mille usi, tornerà utile persino per le normali pulizie domestiche. Non sarà sbagliato, infatti, aggiungerne un po’ durante il bucato, oppure diluirlo ai detergenti utilizzati per pulire e disinfettare il pavimento e le superfici in generale. Per le amanti dei prodotti naturali ed eco-sostenibili e del fai-da-tè in generale, è possibile mescolare qualche goccia di olio essenziale di tea tree al proprio detersivo per il bucato fatto in casa per un prodotto ecologico, profumato e ad azione antisettica.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Non esistono gravi controindicazioni o effetti collaterali nell’utilizzo dell’olio essenziale di tea tree. Basterà assolutamente non ingerirlo (può causare avvelenamento), non applicarlo su ferite aperte ed evitare il contatto del prodotto puro, ossia non diluito, sulla pelle, anche se integra. Il suo potere concentrato, infatti, può essere causa di irritazioni e persino dermatiti nei soggetti più sensibili. Tenere, dunque, lontano dalla portata dei bambini.

Dove comprare l’olio essenziale di tea tree

L’acquisto degli oli essenziali è possibile in tutti i negozi specializzati nella vendita di prodotti naturali, come ad esempio le erboristerie. In alternativa, sarà possibile acquistarlo online, in uno degli svariati shop a disposizione. Che si tratti di negozi più o meno famosi, l’importante sarà accertarsi bene della composizione del prodotto prima di acquistarlo, leggendo attentamente l’elenco degli ingredienti e scegliendo solo prodotti puri e completamente naturali, ottenuti mediante processi rigorosamente biologici e senza l’aggiunta di solventi o altre sostanze chimiche. Il costo di un’olio naturale e puro al 100% si aggira intorno ai 10 Euro, e sebbene possa risultare un po’ caro, se il suo utilizzo avverrà con particolare cura e parsimonia, il prodotto potrà durare molto a lungo.

Scopri anche le proprietà dell’olio essenziale di mirto

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Ramo di cipresso con bacche
Pubblicato da |
Olio essenziale di cipresso proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di cipresso L'olio essenziale di cipresso viene estratto dalla Cupressus sempervirens, albero che cresce in un contesto mediterraneo e infatti è molto nota in Italia, è una...
Bacche di pepe nero su tavolo di legno
Pubblicato da |
Olio essenziale di pepe nero proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di pepe nero Il pepe nero, e i suoi estratti, è da sempre utilizzato nella medicina orientale, grazie ai molteplici benefici. La sua origine è indiana ma...
Boccettino dosatore di olio essenziale di salvia e foglie di salvia
Pubblicato da |
Olio essenziale di salvia proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di salvia L'olio essenziale di salvia è estratto dalla Salvia sclarea, una pianta cespugliosa e sempreverde dalle foglie profumate usate spesso come spezia alimentare. La sua origine...