Olio essenziale di vaniglia proprietà e utilizzo

Olio essenziale di vaniglia proprietà e utilizzo

Boccettino di olio essenziale di vaniglia e bacche di vaniglia
(Last Updated On: 08/02/2018)

Storia dell’olio essenziale di vaniglia

Usatissima in campo alimentare, specialmente per dare un buon profumo a creme, torte e cioccolate varie, gli amanti dell’aromaterapia sanno anche che l’essenziale di vaniglia è molto richiesto grazie al suo profumo e ai suoi innumerevoli benefici. La pianta della vaniglia ha origine nelle calde terre del Madagascar, dell’Indonesia, dello Sri Lanka e dei Caraibi. Appartiene alla famiglia delle Orchidee e, infatti, i suoi fiori bianchi e delicati sono caratteristici di questa famiglia. Per trarre il suo olio essenziale si utilizzano i baccelli dal profumo molto dolce, caldo, capace di evocare pensieri sensuali e non stupisce che la vaniglia abbia anche un effetto afrodisiaco.

Proprietà dell’olio essenziale di vaniglia

La Vaniglia ha proprietà rilassanti, afrodisiache, cosmetiche, aromatizzanti e antiossidanti.
Le sue proprietà rilassanti si esplicano a livello psichico perché va a calmare lo stato d’ansia, agitazione, stress, paura e depressione. L’olio essenziale di Vaniglia viene anche usato per stimolare il sonno, curare l’insonnia e combattere gli attacchi di fame nervosa.
La Vaniglia vuole riequilibrare lo stato d’animo del soggetto e riuscire a riportare nel verso giusto tutti i sentimenti giusto, permettendo di sentirsi a proprio agio, sereno e capace di compiere qualsiasi cosa con il sorriso.

Olio essenziale di vaniglia: proprietà afrodisiache

Le proprietà afrodisiache sono naturali e sono tutte nascoste nell’aroma dolce e vanigliato da applicare direttamente sulla cute o nell’ambiente.
Le proprietà cosmetiche sono direttamente legate a quelle antiossidanti. Grazie alla capacità di eliminare tossine e radicali liberi dall’organismo, l’essenza di vaniglia può essere usata per creme cutanee anti-età e per migliorare la salute e l’aspetto dei capelli.
Infine la proprietà aromatizzante, è infatti risaputo che la bacca di vaniglia è eccezionale per cucinare i dolci ma può essere usato anche l’olio essenziale di vaniglia in sostituzione, l’unica cosa da accertare è che l’olio sia puro al 100% e che sia per uso alimentare.

Usi e dosaggi dell’olio essenziale di vaniglia

Per i capelli è possibile creare un unguento fai da te, miscelando 7 gocce di olio essenziale di vaniglia, una di lavanda, una di rosmarino a 30 ml di shampoo neutro o olio di Avocado. Se usate lo shampoo non c’è alcun accorgimento particolare, se invece usate l’olio massaggiate per almeno 15 minuti prima di proseguire con il risciacquo con shampoo neutro. Prestare attenzione in particolar modo alle punte.
Per profumare un ambiente basta bruciare poche gocce tramite lampade, bruciatori, umidificatori o termosifoni. La dose perfetta è una goccia per ogni metro quadro.
In questo modo avrete un ambiente profumato e rilassato. Se invece siete particolarmente ansiosi potete diluire una goccia di olio essenziale di Vaniglia con un cucchiaino di olio vettore e massaggiarvi i polsi.

Se siete a dieta e volete un rimedio veloce alla fame nervosa, provate a inalare a pieno polmoni due gocce di olio su un fazzoletto e fatelo ogni qualvolta avete voglia di uno snack fuori pasto. L’odore dolce calmerà il vostro sistema nervoso.
Per aggiungere una nota afrodisiaca a un appuntamento potete lasciar cadere qualche goccia di olio essenziale di vaniglia sui vostri vestiti, sulle lenzuola oppure fare direttamente un bagno lasciando emulsionare 20 gocce di olio e sale grosso. Se invece volete un preliminare sensuale e dolce, miscelate 10 gocce di olio essenziale di vaniglia con 30 ml di olio di mandorle e prodigatevi in un massaggio erotico (o lasciatevelo fare dal partner). Non solo sarete più desiderabili ma la vostra pelle sarà luminosa, morbida, profumata ed elastica.
Anche le labbra possono trarre beneficio dalla vaniglia, basta aggiungere poche gocce in una dose di burro di karitè e applicarla sulla bocca ogni qualvolta si presenti screpolata.
Per ringiovanire la pelle del viso potete aggiungere 7 gocce di olio ad una crema neutra o miscelare 10 gocce di 30 ml di olio di Argan e massaggiare ogni giorno fino al completo assorbimento. Evitare il contatto con gli occhi.

Curiosità sull’olio essenziale di vaniglia

La Vaniglia più costosa e pregiata è la Bourbon, coltivata in Madagascar.
La nota afrodisiaca della Vaniglia è donata dalla sua capacità di frenare i cattivi odori ma non la sudorazione, ciò permette di sudare e miscelare il naturale pH della propria pelle con la profumazione vanigliata, mettendo in risaltato i ferormoni e attraendo l’altro sesso. Questo tipo di afrodisiaco è molto naturale, istintivo e bestiale.
La Vaniglia usata attualmente per i dolci è sintetica, eccetto nei dolci più ricercati. Nel caso si volesse usare dell’olio essenziale di vaniglia alimentare, aggiungere una sola goccia per 100 ml di prodotto.

Olio essenziale di vaniglia: controindicazioni e possibili interazioni

L’olio essenziale di Vaniglia è uno dei più delicati in circolazione ed è per questo che è ben tollerato. Rispetto ad altri olii non è fotosensibile e non necessita di particolari accortezze. Ovviamente deve sempre essere diluito prima di usarlo ed è consigliabile fare un piccolo test di tolleranza lasciando cadere una goccia di olio diluita sulla propria pelle così da saggiare un’eventuale ipersensibilità.
Rimane comunque da evitare in caso di gravidanza, allattamento e in bambini inferiori a 3 anni.
Consultare il proprio medico in caso di terapia farmacologica in atto.

Dove trovare l’olio essenziale di vaniglia

Si può comprare l’olio essenziale di vaniglia nelle tradizionali erboristerie o negozi di prodotti naturali biologici, oppure si può acquistare comodamente su internet, in un’erboristeria online; l’unica attenzione sta nel comprare un olio essenziale puro al 100%, senza ingredienti di origine chimica, che ne annullano ogni beneficio.

Guarda anche le proprietà dell’olio essenziale di patchouli 

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Ramo di cipresso con bacche
Pubblicato da |
Olio essenziale di cipresso proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di cipresso L'olio essenziale di cipresso viene estratto dalla Cupressus sempervirens, albero che cresce in un contesto mediterraneo e infatti è molto nota in Italia, è una...
Bacche di pepe nero su tavolo di legno
Pubblicato da |
Olio essenziale di pepe nero proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di pepe nero Il pepe nero, e i suoi estratti, è da sempre utilizzato nella medicina orientale, grazie ai molteplici benefici. La sua origine è indiana ma...
Boccettino dosatore di olio essenziale di salvia e foglie di salvia
Pubblicato da |
Olio essenziale di salvia proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di salvia L'olio essenziale di salvia è estratto dalla Salvia sclarea, una pianta cespugliosa e sempreverde dalle foglie profumate usate spesso come spezia alimentare. La sua origine...