Olio essenziale di zenzero proprietà e utilizzo

Olio essenziale di zenzero proprietà e utilizzo

boccetto di olio-essenziale-di-zenzero con radice di zenzero
(Last Updated On: 09/02/2018)

Storia e origine dello zenzero

Lo zenzero è una spezie molto utilizzata in cucina, soprattutto in diversi Paesi dell’Asia. Si ottiene dal rizoma sotterraneo delle piante perenni di Zingiber officinalis, una pianta molto diffusa in Asia centrale, anche allo stato selvatico. Oggi lo zenzero è coltivato in buona parte del mondo, sia per essere utilizzato come spezia, fresco, essiccato o anche sott’aceto, sia per l’estrazione dell’olio essenziale, utilizzato soprattutto come rimedio in erboristeria e nella medicina popolare. In particolare anche la farmacopea tradizionale vede lo zenzero come importante cura contro la nausea, il vomito e i disturbi della digestione.

L’olio essenziale di zenzero e le sue proprietà

L’uso dello zenzero è diffuso in tutta l’area mediterranea da vari secoli, per questo l’olio essenziale di zenzero è presente anche nella medicina popolare europea, come in quella asiatica. Le proprietà curative di questo olio sono dovute all’elevata presenza in esso di principi attivi quali: gingeroli, zingiberone, monoterpeni, bisabolene, zingiberene e altri sequiterpeni. Queste sostanze hanno un elevato potere digestivo, stomachico, stimolante, antisettico e antinausea. Per tali scopi si possono aggiungere poche gocce di olio essenziale di zenzero ai cibi, oppure lo si può consumare disciolto in poca acqua.

Come rimedio contro questo tipo di problematiche si può utilizzare anche la radice di zenzero fresca, oppure essiccata e macinata. Per uso topico invece l’olio essenziale di zenzero viene sfruttato per le proprietà dei terpeni in esso presenti in grado di aumentare il microcircolo sottocutaneo. Questa funzione viene sfruttato soprattutto in caso di dolori localizzati, artrite o artrosi o altri stati dolori di muscoli, cartilagini e ossa. Molto note ormai le proprietà antivirali e antibiotiche, contro malattie da raffreddamento o contro l’influenza.

Le proprietà dell’olio essenziale di zenzero per la nausea

Da secoli si conosce la proprietà dello zenzero di diminuire gli effetti dovuti alla nausea, qualsiasi siano le cause scatenanti. In medicina si sfruttano queste proprietà soprattutto nei casi di cinetosi, ossia quando la nausea sopravviene a causa di spostamenti o viaggi su particolari mezzi di trasporto, come ad esempio automobili, treni o aerei. L’olio essenziale di zenzero viene assunto in dosi minime prima di un viaggio, come prevenzione, o anche durante i casi di cinetosi, per eliminare la sensazione di nausea, che in alcuni soggetti può essere particolarmente debilitante. Negli ultimi anni si sono notati importanti risultati nella cura della nausea anche in altre situazioni, come ad esempio durante i trattamenti chemioterapici.

La relativa bassa tossicità dello zenzero e la sua mancanza di interazioni con i farmaci assunti porta all’utilizzo dell’olio essenziale di zenzero in tantissimi casi in cui l’utilizzo di altri medicamenti sarebbe impossibile. Questi usi terapeutici dell’olio essenziale di zenzero devono avvenire però sotto stretto controllo medico; inoltre quando si assume tale sostanza per curare uno stato patologico è consigliale fare ricorso ad un olio con precisa titolazione dei principi attivi in essi contenuti, in modo da poter seguire la terapia in modo controllato e standardizzato.

Massaggio con olio essenziale di zenzero

Abbiamo esaminato i diversi utilizzi dell’olio essenziale di zenzero per uso interno; l’utilizzo a livello topico, per impacchi e massaggi, è molto più diffuso e comune, dovuto anche al fatto che tale olio, in piccole dosi, non presenta alcun tipo di controindicazione. Questo olio risulta particolarmente efficace per massaggi in caso di contratture o dolori di vario genere, contro i quali molti soggetti lo dichiarano molto più efficace di tanti antidolorifici non steroidei il cui utilizzo è particolarmente diffuso.

Oltre a dare maggiori risultati, permette anche di diminuire ampiamente gli effetti collaterali di tali farmaci, motivo per cui viene spesso preferito a questi. L’olio essenziale di zenzero può essere utilizzato anche per curare problematiche cutanee e sottocutanee come ad esempio la cellulite o la presenza di acne e brufoli. Per questo tipo di cure è importante utilizzare lo zenzero diluito in un olio portante, come ad esempio l’olio di mandorle dolci puro.

Dove si trova e come scegliere l’olio essenziale di zenzero

Per ottenere maggiori effetti è importante scegliere prodotti di alta qualità, visto che in commercio si trovano anche olii non di origine totalmente naturale, che possono essere dannosi se assunti per via orale. Alcuni prodotti di questo genere ( ossia non naturali al 100%) sono consigliati solo per utilizzo come deodoranti ambientali e non possono svolgere alcuna delle funzioni curative dell’olio essenziale di zenzero, in quanto non ne contengono i principali principi attivi, ma solo le sostanze aromatiche.
Si può trovare l‘olio essenziale di zenzero in vendita online nelle principali erboristerie online, o nella tradizionale erboristeria di fiducia nel proprio centro abitato.

Controindicazioni dell’olio essenziale di zenzero

Come qualsiasi olio essenziale anche quello di zenzero non andrebbe utilizzato per lunghi periodi senza il controllo o il consiglio dell’erborista o del medico. Anche se si tratta di una sostanza di origine vegetale, ciò non significa che lo si possa utilizzare in modo indiscriminato. In particolare il sovra dosaggio può causare le problematiche contro cui viene utilizzato, quindi nausea, vomito, problemi digestivi. Molto spesso questi sintomi si avvertono in soggetti che hanno utilizzato l’olio essenziale di zenzero per periodi prolungati, o in dosi non idonee. Mostrano questi sintomi anche coloro che hanno ipersensibilità nei confronti dei principi attivi presenti nell’olio essenziale di zenzero. In alcuni soggetti l’utilizzo della radice fresca o essiccata sembra diminuire la presenza di effetti collaterali. Questo olio non mostra particolari interazioni con farmaci di alcun genere.

Guarda anche l’olio essenziale di arancio amaro 

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Ramo di cipresso con bacche
Pubblicato da |
Olio essenziale di cipresso proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di cipresso L'olio essenziale di cipresso viene estratto dalla Cupressus sempervirens, albero che cresce in un contesto mediterraneo e infatti è molto nota in Italia, è una...
Bacche di pepe nero su tavolo di legno
Pubblicato da |
Olio essenziale di pepe nero proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di pepe nero Il pepe nero, e i suoi estratti, è da sempre utilizzato nella medicina orientale, grazie ai molteplici benefici. La sua origine è indiana ma...
Boccettino dosatore di olio essenziale di salvia e foglie di salvia
Pubblicato da |
Olio essenziale di salvia proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di salvia L'olio essenziale di salvia è estratto dalla Salvia sclarea, una pianta cespugliosa e sempreverde dalle foglie profumate usate spesso come spezia alimentare. La sua origine...