Olio essenziale di cipresso proprietà e utilizzo

olio essenziale di cipresso

Storia dell’olio essenziale di cipresso

L’olio essenziale di cipresso viene estratto dalla Cupressus sempervirens, albero che cresce in un contesto mediterraneo e infatti è molto nota in Italia, è una pianta sempreverde molto alta e appuntita, dalle fitte foglie verde scuro e dai frutti legnosi. Questo albero ha una storia antica, conosciuto come “albero della vita”, il suo culto appartiene già ai Greci e i Romani sulla cui corteccia ne intagliavano le divinità mitologiche e credevano che il cipresso fosse collegato con gli Inferi grazie alla tenacia del suo legno, all’immortalità delle sue foglie e alla sua resistenza del suo legno alle tarme. In età storica più recente, i cristiani credevano che il legno di cipresso fosse uno di quelli usati per la croce di Gesù.
Negli anni, il suo utilizzo è stato decorativo, specialmente nei cimiteri, nei luoghi sacri o nelle terre silenziose, fino a quando non si è scoperto l’uso omeopatico del suo olio essenziale. Esso viene estratto dalle foglie, dai rami, dalle pigne e dal legno. Quello da preferire è l’olio essenziale di cipresso proveniente dalle pigne perché è più forte, dal profumo più aspro e dalla consistenza più limpida e liquida.

Proprietà dell’olio essenziale di cipresso

Le proprietà di questo olio essenziale sono molteplici e diverse a seconda che venga usata direttamente sulla cute, inalata o assunta per via orale.

L’olio essenziale di cipresso per la cellulite

In primis vi è quella da vasocostrittore, ideale per chi soffre di inestetismi della cellulite, fragilità capillare, problemi di cattiva circolazione e formazione di edemi ed ematomi. Basta applicarlo direttamente sulla cute e massaggiare la parte per lungo tempo.
L’olio essenziale di cipresso agisce anche come rinforzante dei vasi sanguigni, stimolante dell’attività circolatoria ed emostatico.

L’olio essenziale di cipresso per i reumatismi e le vie respiratorie

Per via esterna è usato come antireumatico ed è per questo che viene spesso impiegato per alleviare i dolori da artrosi e reumatismi.
Quando invece viene inalato ha un potere antidepressivo dato che va a riequilibrare il sistema nervoso riuscendo ad addolcire i caratteri più nervosi. Particolarmente utilizzato da chi non ama i cambiamenti, per coadiuvare il superamento della depressione e per ripristinare l’essenzialità della vita in tutti quegli stati disordinati e dissoluti.
Questa essenza è particolarmente indicata anche per quelle persone che vivono una vita frettolosa e veloce, in costante preda ad un tempo che scorre e che sembra bruciare ogni attimo della loro vita. Lasciando bruciare quest’olio si ritroverà una graduale calma e una pace quotidiana, allontanando lo spettro dell’ansia.
Quando l’olio essenziale di cipresso viene usato internamente, per via orale, riesce a diminuire gli stati di bronchite (è un antispastico per i bronchi), tosse, pertosse e tracheite.
Funziona anche come colluttorio in caso di gengivite.

Usi e dosi dell’olio essenziale di cipresso

L’olio essenziale di cipresso può essere usato in moltissimi modi, ma bisogna prestare attenzione a non esagerare con le gocce, ne bastano infatti poche per poter espletare il suo effetto.
Per uso interno vanno usate 1-2 gocce insieme a del miele per pacare i sintomi della tosse, mentre addirittura ne basta una diluita in mezzo bicchiere d’acqua per il colluttorio.
Alcuni preferiscono lasciar evapore 1 goccia di olio essenziale su una lampada notturna, così da sciogliere il proprio catarro e svegliarsi con le vie aeree libere.
In caso di urgenza si può bagnare un fazzoletto con acqua e una goccia di olio per liberarsi velocemente di una tosse brusca.
Per la circolazione va fatto un bagno tonificante con 10 gocce di olio essenziale di cipresso in una vasca con acqua tiepida. Agitare forte l’acqua per sciogliere le gocce e immergersi per dieci minuti.
In caso di massaggio, l’olio essenziale di cipresso va sempre diluito con altro olio ma è bene prestare attenzione alle dosi. Si consiglia di misurare un bicchierino da 20 ml con 2 gocce di olio essenziale misto a olio per massaggi e di consumarlo tutto durante la seduta.
Chi invece volesse provare a calmare il proprio nervosismo può usare un bruciatore o lasciare una goccia di olio essenziale di cipresso nell’acqua di un termosifone acceso.

Curiosità e tempi del trattamento

L’olio essenziale di cipresso può essere usato anche per la cura del proprio corpo, oltre che per la cellulite, riesce infatti anche a sgrassare i capelli, diminuire la sudorazione e rassodare una pelle rilassata! Molte donne decidono di mettere poche gocce nello shampoo e nelle creme fatte in casa, così da potenziare l’effetto di questi trattamenti.
Ma non solo gli esseri umani possono trarre giovamente dall’olio essenziale di cipresso, se il vostro cane ha le pulci potete mettere due gocce in una soluzione spray, questa essenza è ideale anche per allontanare i cattivi odori degli animali.
Ovviamente essendo un metodo naturale non sempre agisce in poche ore ma necessita di tempo e costanza. Solitamente i trattamenti cutanei con olio essenziali migliorano in capo a due settimane, quelli interni in qualche giorno mentre i trattamenti inalati sono i più veloci e risolutivi.

Olio essenziale di cipresso: controindicazioni

In generale gli oli essenziali non hanno controindicazioni restrittive ma è comune sconsigliarli alle donne in gravidanza o in fase allattamento. Anche le persone soggette a episodi epilettici non dovrebbero farne uso o, in linea generale, chiedere un parere al proprio medico curante.

Dove si trova l’olio essenziale di cipresso

Si può acquistare l’olio essenziale di cipresso nelle tradizionali erboristerie o nei negozi di prodotti naturali o biologici; oppure ancora più facilmente sul web, acquistando in un’erboristeria online. L’unica attenzione sarà quella di comprare un olio puro al 100%, ossia senza ingredienti di origine chimica.

Guarda anche le proprietà dell’olio essenziale di pepe nero, o dell’olio essenziale di salvia

About The Author

Curamos è il portale dedicato alla salute naturale e all’erboristeria online: rimedi naturali e cosmetici bio, con approfondimenti su aromaterapia, fitoterapia e fiori di bach: l’obiettivo è condividere e diffondere la conoscenza sul benessere naturale

Add a comment

*Please complete all fields correctly

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

olio essenziale di pepe nero
Pubblicato da |
Olio essenziale di pepe nero proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di pepe nero Il pepe nero, e i suoi estratti, è da sempre utilizzato nella medicina orientale, grazie ai molteplici benefici. La sua origine è indiana ma...
olio essenziale di salvia
Pubblicato da |
Olio essenziale di salvia proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di Salvia L'olio essenziale di Salvia è estratto dalla Salvia sclarea, una pianta cespugliosa e sempreverde dalle foglie profumate usate spesso come spezia alimentare. La sua origine...
olio essenziale di melissa
Pubblicato da |
Olio essenziale di melissa proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di melissa La pianta di Melissa è un'erba perenne che molti scambiano per la pianta della Menta, effettivamente entrambe hanno foglie simili e rugose ma ciò che...