Olio essenziale di pepe nero proprietà e utilizzo

olio essenziale di pepe nero

Storia dell’olio essenziale di pepe nero

Il pepe nero, e i suoi estratti, è da sempre utilizzato nella medicina orientale, grazie ai molteplici benefici.
La sua origine è indiana ma oggi la coltivazione avviene in tutte le aree tropicali.
Anche nel nostro passato remoto era comune, basti pensare ai Greci e ai Romani che lo usavano come spezia o, addirittura, al Medioevo che lo utilizzava come forma di pagamento. Il pepe nero è ricco, sì, ma di ben altre proprietà.
La pianta è quella del Piper Nigrum, i cui frutti vengono fatti essiccare per ottenere quelle piccole palline utilizzate in ambito alimentare. La pianta è leggera, lunga e può arrivare fino a 4 metri d’altezza se coltivata in un luogo ideale, umido e ben concimato.
Dalla distillazione delle bacche di pepe si ottiene l’olio essenziale di pepe nero, di colore giallo-verdognolo e molto dolce sia come sapore che come odore. Ci si aspetterebbe, da un prodotto del pepe, una nota piccante ma non è così.

Proprietà dell’olio essenziale di pepe nero

Oltre a essere impiegato nell’industria alimentare, l’olio essenziale di pepe nero ha diverse proprietà interessanti.

L’olio essenziale di pepe nero per il gonfiore addominale

Ingerito può risolvere alcuni scompensi digestivi e migliorare la funzionalità di stomaco e intestino. Se invece avete problemi di gonfiore addominale, bastano poche gocce per sentirsi sgonfi e più leggeri.
L’olio essenziale di pepe nero ha anche proprietà antimicotiche, per cui se soffrite di funghi e micosi, è possibile attenuare il loro stato e contrastare questo tipo di infezioni.
Se incontrate difficoltà nell’addormentarvi o nel raggiungere un riposo sereno, questa essenza è ideale per combattere l’insonnia, lo stress e la stanchezza sportiva. E a proposito di mente e psiche, bastano poche gocce per sentirsi risollevati e allontanare lo spettro della fatica, restituendo appetito e forza morale al vostro organismo.

L’olio essenziale di pepe nero per la cellulite

L’olio essenziale di pepe nero è usato anche per diminuire gli inestetismi della cellulite dato che migliora la circolazione sanguigna, in special modo quella degli arti periferici.
In caso di febbre, possono essere usate le gocce per alleviare lo stato febbrile dato che l’essenza è traspirante, mentre in caso di dolore ci si può affidare alle sue proprietà analgesiche e antinfiammatorie.
Qualora soffriste di dolori muscolari e patologie a carico del sistema osteo-articolare, l’olio essenziale di pepe nero aumenta il movimento articolare e diminuisce il torpore.
Per chi ha nausea e vomito continuo, bastano poche gocce d’essenza per alleviare questo sintomo.
Ma è sopratutto chi vuole smette di fumare che fa largo uso dell’olio essenziale di pepe nero, grazie alla sua capacità di ridurre lo stato di sofferenza provocato dall’assenza di nicotina, supportare l’organismo nella sua depurazione e dare un aiuto concreto durante la cruciale fase iniziale.

Usi e dosaggi dell’olio essenziale di pepe nero

Per migliorare la circolazione e offrire un rimedio al problema di mani e piedi freddi, si può miscelare una dose di olio essenziale di Pepe Nero con due dosi di olio di germe di grano, ottenendo quindi un ottimo unguento fai da te con cui massaggiarsi con costanza.
Per combattere il malumore e i cattivi pensieri basta far cadere poche gocce di essenza su un fazzoletto e respirare a pieni polmoni.
In caso di contusioni, effettuare degli impacchi con acqua fredda e 5 gocce di olio essenziale.
Gli stessi impacchi possono essere utili negli stati febbrili, in questo caso basta diminuire la dose e applicare gli impacchi direttamente sui polpacci.
Vi mancano le forse e vorreste recuperare in breve tempo le energie? Basta immergersi per 10 minuti in una vasca con acqua tiepida e poche gocce di olio, così da rigenerarsi con le proprietà riscaldanti del pepe nero.

L’olio essenziale di pepe nero nei massaggi

Per i massaggi è consigliabile diluire 5 gocce di olio in 50 ml di olio di mandorle (è possibile anche unire altri oli essenziali per potenziare l’effetto o corredare altre benefici).
Invece, per chi volesse sciogliere le tensioni muscolari e alleviare un reumatismo, è consigliabile miscelare 4 gocce di olio essenziale di Pepe Nero, 3 di rosmarino e 3 di issopo in una vasca con acqua calda e 2 cucchiai di panna montata. Immergendosi per 20 minuti e rimanendo stesi per almeno un’ora, si sentiranno gli arti più leggeri e i legamenti più liberi.
Per i fumatori che vogliono liberarsi di questo vizio, basta inalare un fazzoletto intriso di poche gocce, ogni qualvolta abbiano voglia di fumare.
Per regolare l’intestino è necessaria l’assunzione dell’essenza via orale, ne basta una goccia diluita in un bicchiere d’acqua.

Curiosità sull’olio essenziale di pepe nero

Il pepe nero deve questo nome al suo grado di maturazione al momento dell’essiccazione. Esistono infatti 3 tipi di pepe disponibili: verde, bianco e nero. Quello nero è semplicemente il frutto immaturo essiccato.
Si dice che Cristoforo Colombo fosse molto curioso riguardo le spezie e che nel suo famoso viaggio verso le Indie fosse intenzionato a cercare il famoso pepe nero.
Sapevate che è un afrodisiaco naturale e che mette di buon umore grazie alla sua capacità di aumentare le endorfine? In fondo, sesso e sorrisi vanno di pari passo.

Controindicazioni per l’olio essenziale di pepe nero

Non ci sono particolari controindicazioni per l’olio essenziale di pepe nero ma è doveroso marcare su un suo valore nutrizionale: il sodio.
La percentuale di sodio in 100 grammi di prodotto è di circa 44 mg, un valore considerevolmente alto e che lo rende inadatto a tutti quei soggetti che soffrono di ipertensione arteriosa.
Non può assumerlo nemmeno chi soffre di ulcera e gastrite dato che questa essenza tende ad aumentare i succhi gastrici, così come è sconsigliato in caso di emorroidi, perché tenderebbe a irritare ulteriormente le mucose.
In caso di terapia farmacologica, è bene contattare il proprio medico curante e stabilire se sia appropriato assumere quest’olio essenziale o se sia meglio evitare (alcuni principi attivi del farmaco potrebbero entrare in contrasto con quelli dell’olio).
Prestate attenzioni alle dosi e all’effetto voluto, in quanto l’olio essenziale di pepe nero è riscaldante e aumenta la sudorazione permettendo di eliminare le tossine e depurare l’organismo. Esagerare con le dosi potrebbe però amplificare questo effetto e risultare molto fastidioso.

Dove si trova l’olio essenziale di pepe nero

Si può trovare nelle tradizionali erboristerie o nei negozi di prodotti naturali o biologici; oppure si può acquistare comodamente su internet in un’erboristeria online.

Guarda anche le proprietà dell’olio essenziale di salvia o dell’olio essenziale di melissa

About The Author

Curamos è il portale dedicato alla salute naturale e all’erboristeria online: rimedi naturali e cosmetici bio, con approfondimenti su aromaterapia, fitoterapia e fiori di bach: l’obiettivo è condividere e diffondere la conoscenza sul benessere naturale

Add a comment

*Please complete all fields correctly

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

olio essenziale di cipresso
Pubblicato da |
Olio essenziale di cipresso proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di cipresso L'olio essenziale di cipresso viene estratto dalla Cupressus sempervirens, albero che cresce in un contesto mediterraneo e infatti è molto nota in Italia, è una...
olio essenziale di salvia
Pubblicato da |
Olio essenziale di salvia proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di Salvia L'olio essenziale di Salvia è estratto dalla Salvia sclarea, una pianta cespugliosa e sempreverde dalle foglie profumate usate spesso come spezia alimentare. La sua origine...
olio essenziale di melissa
Pubblicato da |
Olio essenziale di melissa proprietà e utilizzo
Storia dell'olio essenziale di melissa La pianta di Melissa è un'erba perenne che molti scambiano per la pianta della Menta, effettivamente entrambe hanno foglie simili e rugose ma ciò che...