Rimedi per l’alitosi

Rimedi per l’alitosi

Donna che prova il suo alito
(Last Updated On: 05/02/2018)

Per alitosi si intende una fastidiosa problematica che colpisce numerosi soggetti (sia giovani che adulti) i quali, parlando o respirando a bocca aperta, tendono ad esalare un alito cattivo. In commercio, fortunatamente, esistono numerosi rimedi per l’alitosi.

Rimedi per l’alitosi: bere molta acqua

Innanzitutto, per evitare l’insorgere di tale problematica, è fondamentale mantenere il cavo orale sempre ben idratato. E’ importante quindi bere almeno un litro e mezzo d’acqua durante l’arco della giornata. Così facendo la saliva e l’acqua, mescolandosi tra loro, riescono a creare un connubio in grado di contrastare numerose specie di batteri che normalmente stazionano all’interno della bocca di qualsiasi individuo.

Curare l’igiene orale per combattere l’alitosi

Lavare i denti con regolarità, almeno tre volte al giorno, è uno dei consigli che i dentisti elargiscono più spesso in quanto, oltre a mantenere i denti sani, questa pratica è uno dei principali e più risolutivi rimedi per l’alitosi. Al mattino, dopo il risveglio, a causa del processo di riduzione della saliva che avviene durante le ore notturne, all’interno del cavo orale tende a svilupparsi l’alito cattivo. Proprio per tale ragione, dopo aver fatto colazione, è fondamentale lavare subito i denti tramite l’ausilio di spazzolino e dentifricio (con fluoro, in quanto aiuta la bocca a contrastare l’insorgere del tartaro e della placca, anch’esse cause dell’alitosi). Oltre a ciò è importante imparare ad acquisire altre buone abitudini quali ad esempio quelle che comprendono l’utilizzo del collutorio (da evitare quello a base di chiodi di garofano in quanto formulato con una sostanza che riduce la salivazione e provoca quindi l’alitosi) e del filo interdentale che vanno sfruttati, quando possibile, almeno una volta al giorno.

Controllare l’alimentazione per evitare l’alitosi

Tra i principali rimedi per l’alitosi vi è anche consigliato di consumare porzioni non eccessivamente grandi di cibo durante i vari pasti, evitare il consumo di bevande alcoliche, di masticare il cibo senza fretta eccessiva e di consumare quotidianamente caramelle o chewingum (meglio se prive di zucchero) il cui sapore sia in grado di contrastare in maniera efficace l’alito cattivo, nonché a ridurre notevolmente la produzione della saliva. Al contrario, si dice sia severamente sconsigliato stare a digiuno, in quanto questo potrebbe aggravare la problematica.

Guarda anche come e perchè funziona lo sbiancamento dei denti con il laser

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Bambino che usa lo spazzolino elettrico
Pubblicato da |
Spazzolino elettrico: quali sono i vantaggi e gli svantaggi
Nella società attuale troppo spesso ci si fionda all'acquisto di un determinato prodotto senza valutarne opportunamente le caratteristiche: ecco perciò una utile panoramica su vantaggi e svantaggi dello spazzolino elettrico....
Denti con gengive-sanguinanti
Pubblicato da |
Cosa fare per le gengive sanguinanti
Come mai sanguinano le gengive Le gengive sanguinanti sono il sintomo ultimo di una patologia particolarmente comune, ovvero la gengivite. La gengivite insorge in maniera particolarmente fastidiosa in caso di...
Sorriso di una donna prima e dopo lo sbiancamento laser
Pubblicato da |
Sbiancamento dei denti con il laser: cos’è e come funziona
La soluzione più classica ed accessibile, sia dal punto di vista economico che pratico, per sbiancare i denti è indubbiamente quella offerta dall'utilizzo, in simbiosi, di spazzolino e dentifricio. Sfortunatamente...