Biancospino: proprietà, uso e benefici

Biancospino: proprietà, uso e benefici

Foglie e frutti di biancospino
(Last Updated On: 06/02/2018)

La pianta di biancospino

Il biancospino, il cui nome scientifico è Crataegus Monogyna è un piccolo albero dai rami chiarissimi, quasi bianchi. Le sue foglie sono dentate, i suoi fiori presentano delle sfumature che vanno dal bianco al rosa. Fiorisce all’inizio della primavera, nei mesi di maggio e di giugno. I frutti sono rotondi e rossi. La pianta di biancospino può crescere fino raggiungere altezze limitate oscillanti attorno ai 50 centimetri o svilupparsi fino ai 6 metri. La sua corteccia appare alla vista compatta ed il tronco è grigio. I rami più piccoli e giovani presentano numerose spine su cui, nella bella stagione, spunteranno i fiori e i frutti. Le zone dove il biancospino attecchisce sono l’Africa del Nord, l’America settentrionale e l’Europa. Predilige i terreni ricchi di calcare e cresce nelle zone poste fino ai 1500 metri sul livello dell’acqua. Il biancospino cresce in maniera spontanea nei territori della macchia mediterranea e può vivere fino a 500 anni.

Le proprietà principali del biancospino

I principi attivi del biancospino, molto noti fin dai tempi antichi, derivano da sostanze come l’acido crategico, i tritepernici e le amminopurine. La parte del biancospino che viene utilizzata in fitoterapia sono i fiori, le infiorescenze e le foglie. Il biancospino può essere utilizzato in sinergia con numerose altre piante, utili per il sistema circolatorio: tra queste si annoverano l’olivo, la cardiaca, la valeriana sia rossa che officinale, il vischio e lo zenzero. Non va tuttavia assolutamente assunto con leggerezza. Se ne sconsiglia infatti un utilizzo con finalità medicamentose fuori dallo stretto controllo medico. Uno specialista dovrebbe anzi essere consultato in caso di disturbi.

I frutti del biancospino

I frutti del biancospino sono di forma ovale. Maturano in inverno, tra novembre e dicembre. Sono piccoli, con un diametro di circa un centimetro. Al loro interno hanno un nocciolo e un seme. Normalmente non si consumano freschi. Vengono piuttosto sottoposti a lavorazione e impiegati per la preparazione di sciroppi, marmellate o gelatine. Molto graziosi a vedersi, decorano i rami per tutto l’inverno, e sono spesso impiegati per realizzare delle bellissime decorazioni natalizie.

Preparare un decotto a base di biancospino

I decotti vengono sovente impiegati per applicazioni esterne. Il calore riesce a far rilasciare alle piante i loro principi attivi. Per ottenere un ottimo decotto a base di biancospino, bisognerà prima triturare i fiori e le infiorescenze. Rispetto all’infuso, il decotto ha una bollitura piuttosto lunga e viene filtrato quando è ancora caldo. Il tempo necessario per prepararne uno a base di biancospino è di circa mezz’ora.

L’olio essenziale di biancospino

L’olio essenziale di biancospino presenta numerose e interessanti proprietà: tra queste è opportuno senz’altro annoverare le sue funzioni volte a combattere la febbre, la diarrea e gli spasmi. Ha la prerogativa di fungere da diuretico, astringente e persino tonico. Gli utilizzi principali dell’olio essenziale di biancospino sono da rintracciarsi nei casi di nervosismo, insonnia e ipertensione grazie alle sue virtù ipotensive. Viene somministrato a questo proposito come infuso. Da un punto di vista psichico, il suo odore favorisce il rilassamento e infonde fiducia e speranza, ed è pertanto impiegato anche per tirare su il morale in momenti di profondo scoramento. Tuttavia, il suo utilizzo deve sempre avvenire sotto controllo medico.

Dove trovare l’olio essenziale di biancospino

L’olio essenziale di biancospino si trova nelle erboristerie e nei negozi specializzati in prodotti naturali e aromaterapia. Il modo migliore per conservarlo è quello di tenerlo al chiuso, in un luogo asciutto e lontano dalle fonti di calore. Il suo costo è notevolmente basso, e si può acquistare con facilità anche online.

Una tisana al biancospino per conciliare il sonno

Al posto della tradizionale camomilla, per conciliare il sonno è possibile bere una tisana al biancospino. In commercio ne esistono diversi tipi già pronti, ma è possibile anche creare a casa la propria. Basta procurarsi in erboristeria il biancospino e metterlo dentro ad una tazza. Fatto ciò, si metterà l’acqua dentro ad una piccola pentola e si porterà ad ebollizione. A questo punto, si verserà l’acqua dentro la tazza. L’infuso dovrà riposare per circa un quarto d’ora, terminato il quale si potrà filtrare il tutto. Fatto ciò non resterà che sorseggiarlo.

Creare una decorazione natalizia con un ramo di biancospino

Chi ama le decorazioni e il Natale certo adorerà non solo il biancospino, ma anche l’idea di creare delle bellissime decorazioni sfruttando i suoi rami carichi di piccoli frutti. Uno dei modi per impiegare il biancospino è quello di realizzare la classica ghirlanda contornata da un bel fiocco rosso, da appendere fuori dalla porta di casa o sopra il caminetto. Un’idea altrettanto graziosa e accattivante, è quella di far confezionare uno splendido centro tavola da sfoggiare la sera della Vigilia di Natale. Il risultato sarà davvero bellissimo. Una decorazione tanto appariscente non merita di essere utilizzata una sola volta. Per poterla conservare al meglio, basterà tenerla sul balcone o fuori dalla finestra affinché non si sciupi. In questo modo, sarà possibile riutilizzare il centro tavola realizzato con i rami di biancospino durante tutto il periodo delle feste.

La tavola di Natale abbellita dal biancospino

Per apparecchiare una tavola natalizia perfetta sfruttando i rametti di biancospino come decorazione centrale si potranno scegliere prevalentemente due modalità: utilizzare una tovaglia rossa e impostare tutta l’apparecchiatura sui toni del verde e del carminio oppure impiegarne una bianca. La decisione ovviamente sarà subordinata al gusto e allo stile della casa. Rametti di biancospino posso fungere anche da graziosi segnaposto che avranno anche una funzione bene augurante. Presso gli antichi romani, infatti, il biancospino era considerata una pianta in grado di proteggere la casa e, di riflesso, i suoi abitanti. Probabilmente questa credenza era legata al fatto che i rami dell’arbusto presentano delle piccole spine. Per lo stesso motivo, fare dono nel periodo natalizio di una decorazione realizzata con il biancospino si riallaccia a questa antica tradizione.

L’albero di Natale e il biancospino

Rametti di biancospino si trovano spesso negli addobbi degli alberi di Natale. Uniti a delle decorazioni bianche o panna spiccheranno particolarmente, regalando un tocco di calore e dolcezza all’ambiente. Altamente decorativa e funzionale, questa pianta dalle ricche proprietà finisce così, grazie alla sua fioritura invernale e al suo aspetto piacevole, a conquistare non solamente uno spazio all’interno del mondo fitoterapico e erboristico, ma anche a fungere da importante elemento decorativo nelle nostre case. I rami decorati di piccoli frutti di un bel rosso vivo ci riportano così immediatamente ad un periodo dell’anno che, per quanto freddo, riesce sempre a rallegrare gli animi. Regalare un rametto di biancospino durante gli ultimi giorni dell’anno infonde speranza, agendo esattamente nello stesso modo dell’olio essenziale.

Guarda anche la proprietà della salvia

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Dettaglio della pianta di Tribulus
Pubblicato da |
Tribulus terrestris: proprietà, uso e benefici
Origini e storia del Tribulus Terrestris Il Tribulus Terrestris è una pianta originaria dell'India che si è poi diffusa alla Cina e in altre zone asiatiche fino alle coste e...
Pianta fiorita di erisimo
Pubblicato da |
Erisimo: proprietà, uso e benefici
L'erisimo, la pianta dei cantanti L'erisimo è una pianta che appartiene alla famiglia delle Brassicacee, più comunemente note come crocifere. Il suo nome scientifico è Sysimbrium officinale ed erisimo è...
Radici, foglie e fiori di Rodiola
Pubblicato da |
Rodiola: proprietà, uso e benefici
La rodiola è una pianta medicinale originaria dell’Asia, le cui radici sono utilizzate da millenni nella medicina tradizionale cinese e russa come rimedio naturale. Vanta numerose proprietà benefiche per l’organismo,...