Garcinia Cambogia: proprietà, uso e benefici

Garcinia Cambogia: proprietà, uso e benefici

Frutti di Garcinia cambogia
(Last Updated On: 15/02/2018)

La Garcinia Cambogia, un potente bruciagrassi

La Garcinia Cambogia, chiamata anche tamarindo, è una pianta che cresce spontanea in alcune zone del Sud-Est Asiatico. I frutti che produce, di colore verde chiaro, si distinguono per la forma di piccole zucche e per il sapore particolarmente aspro. La buccia di questi frutti contiene un’elevata concentrazione di acido idrossicitrico (HCA), un principio attivo in grado di espletare nell’organismo umano una potente azione bruciagrassi: non a caso, negli ultimi anni, l’estratto di Garcinia Cambogia viene sempre più spesso impiegato nella realizzazione di preparati fitoterapici dagli effetti dimagranti e disintossicanti.

La Garcinia cambogia funziona davvero per dimagrire velocemente ?

I benefici della Garcinia Cambogia nella perdita di peso si devono alla capacità dell’acido idrossicitrico di influire sul metabolismo corporeo, ottimizzandone al massimo la funzionalità: l’accelerazione del metabolismo indotta da questo principio attivo porta l’organismo a bruciare le riserve adipose per produrre energia ostacolando, allo stesso tempo, la trasformazione in nuovi grassi dei carboidrati ingeriti con il cibo. In questo modo, l’assunzione di Garcinia Cambogia esercita una doppia efficacia nel controllo del peso in quanto, mentre brucia i grassi già formati, evita la formazione di nuovi accumuli adiposi. Allo stesso tempo, la sua azione riduce significativamente il senso di fame, consentendo al corpo di sentirsi appagato con un’alimentazione ipocalorica e agevolando il mantenimento di uno stile di vita sano.

Garcinia Cambogia: un frutto dai molteplici benefici

La perdita di peso è solo uno degli effetti terapeutici che questo piccolo frutto è in grado di apportare al nostro benessere. La Garcinia Cambogia, infatti, è nota da secoli alla medicina indiana, che ne sfrutta soprattutto le proprietà energizzanti, antidepressive, analgesiche e depurative; la cucina tradizionale locale ne apprezza soprattutto il sapore acido, per esaltare il gusto di alcuni piatti e favorire la digestione. Alla polpa del frutto si riconoscono qualità gastroprotettive e immunorinforzanti; l’apporto di acido caffeico e acido ellagico ( un antiossidante naturale)  supporta la vitalità cellulare contrastando l’attacco dei radicali liberi. Recenti studi clinici, inoltre, ne hanno appurato l’efficacia nella cura dell’ulcera e nella regolarizzazione del transito intestinale. Quest’ultima azione migliora l’assorbimento dei nutrienti ingeriti con il cibo e rafforza il sistema immunitario, rendendo il fisico più resistente nei confronti delle malattie. Grazie alla sua influenza positiva sui processi metabolici, l’acido idrossicitrico contenuto nella buccia di Garcinia Cambogia tiene sotto controllo il tasso di insulina aiutando ad abbassare i livelli di trigliceridi e colesterolo e contribuendo alla prevenzione di alcune cronicità, come l’obesità e il diabete. Favorendo l’accumulo del glicogeno nel fegato, questo principio attivo induce un continuo senso di sazietà; la sua azione bruciagrassi, inoltre, libera costantemente nell’organismo una grande quantità di energia che combatte la stanchezza, sia fisica che mentale. Questi processi favoriscono un’efficace riduzione dell’appetito, in quanto limitano il bisogno di ricorrere a pasti abbondanti e a frequenti spuntini per rispondere ai cali di energia e agli improvvisi attacchi di fame.

Proprietà antiossidanti, epatoprotettive e drenanti della Garcinia Cambogia

La buccia del frutto, inoltre, è ricchissima di flavonoidi, sostanze enzimatiche dalle spiccate proprietà antiossidanti, epatoprotettive e drenanti: oltre a proteggere la funzionalità e l’integrità del fegato, quindi, la Garcinia Cambogia esercita una preziosa azione anti-invecchiamento sulle cellule e contrasta la ritenzione idrica, aiutando il corpo ad espellere le tossine e a combattere la cellulite. Questa sua funzione disintossicante apporta un prezioso contributo alla salute del sistema urinario, prevenendo cistiti e altri stati infiammatori. Ai benefici antiossidanti dei flavonoidi, questo frutto aggiunge le qualità dei carotenoidi, speciali pigmenti in grado di contrastare l’insorgenza del cancro e di difendere la salute della vista. In più, la Garcinia Cambogia espleta un’influsso stimolante sulla produzione di serotonina, meglio conosciuta come “ormone del buonumore”: oltre a produrre un effetto antidepressivo, l’innalzamento dei livelli di questo ormone combatte la fame nervosa, gli stati d’ansia e l’insonnia, migliorando sensibilmente la qualità della vita.

Come si usa la Garcinia Cambogia

Particolarmente gradito alla cucina tradizionale indiana e indonesiana, il frutto della Garcinia viene utilizzato come ingrediente di molti piatti tipici: può quindi essere assunto in primo luogo attraverso l’alimentazione. Con la polpa e le foglie, inoltre, è possibile preparare tisane, bevande e marmellate dagli immediati effetti digestivi, diuretici e lassativi. Per intensificare la concentrazione del principio attivo ed ottenere un’efficacia dimagrante più incisiva, l’estratto secco della buccia viene oggi inserito all’interno di formulazioni mirate in polvere, compresse o capsule, da assumere prima dei pasti principali e associando il trattamento ad una dieta ipocalorica e ad un’abbondante consumo di liquidi.

Le controindicazioni: Garcinia Cambogia e i suoi effetti collaterali

Essendo un frutto e quindi una sostanza completamente naturale, la Garcinia Cambogia è solitamente ben tollerata: in condizioni normali, quindi, non provoca effetti indesiderati o reazioni allergiche. Tuttavia, come accade per altri integratori alimentari, in alcune particolari condizioni come gravidanza, allattamento e patologie croniche, la sua assunzione dovrebbe essere evitata o almeno sottoposta al parere del medico. Nelle persone che soffrono di Alzheimer, ad esempio, l’assunzione di acido idrossicitrico è estremamente dannosa in quanto favorisce la formazione di acetilcolina nel cervello. Le proprietà termogeniche di questo principio attivo, inoltre, possono interferire con il funzionamento della tiroide e sono quindi sconsigliate in caso di patologie tiroidee. L’effetto di alcune cure farmacologiche può subire alterazioni dall’associazione alla Garcinia: il consumo di integratori che la contengono, quindi, è sconsigliato a chi segue terapie con il suo stesso campo d’azione, come i farmaci per il diabete e quelli per il sistema nervoso. Allo stesso modo, l’assunzione di Garcinia Cambogia va esclusa in caso di terapia con il cortisone, del quale potrebbe contrastare l’assorbimento. Per i suoi noti effetti lassativi, la Garcinia Cambogia può causare disturbi gastrointestinali (nausea, vomito, irregolarità intestinale, diarrea) nei soggetti predisposti.

Dove si trova la Garcinia Cambogia

Diffuso prevalentemente in Thailandia, Malesia, Birmania, India e altre zone del sud-est asiatico, il frutto della Garcinia Cambogia non è facilmente reperibile negli altri paesi del mondo allo stato naturale: la sua fruibilità, in questo caso, è comunque assicurata dalla presenza di numerosi fitopreparati, soprattutto estratti secchi in polvere e capsule, acquistabili nelle farmacie, nelle erboristerie e nei negozi on line. In base alle esigenze personali è possibile optare per gli integratori alimentari a base di sola Garcinia Cambogia oppure per complessi nei quali le proprietà del frutto vengono potenziate dall’associazione con altri potenti bruciagrassi naturali come il Caffè Verde, il Guaranà, il The verde, la Yerba Mate e  la Capsaicina.

Guarda anche le proprietà e i benefici dell’aloe vera

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Dettaglio della pianta di Tribulus
Pubblicato da |
Tribulus terrestris: proprietà, uso e benefici
Origini e storia del Tribulus Terrestris Il Tribulus Terrestris è una pianta originaria dell'India che si è poi diffusa alla Cina e in altre zone asiatiche fino alle coste e...
Pianta fiorita di erisimo
Pubblicato da |
Erisimo: proprietà, uso e benefici
L'erisimo, la pianta dei cantanti L'erisimo è una pianta che appartiene alla famiglia delle Brassicacee, più comunemente note come crocifere. Il suo nome scientifico è Sysimbrium officinale ed erisimo è...
Radici, foglie e fiori di Rodiola
Pubblicato da |
Rodiola: proprietà, uso e benefici
La rodiola è una pianta medicinale originaria dell’Asia, le cui radici sono utilizzate da millenni nella medicina tradizionale cinese e russa come rimedio naturale. Vanta numerose proprietà benefiche per l’organismo,...