Maggiorana: proprietà, uso e benefici

Maggiorana: proprietà, uso e benefici

Piante fiorite di Maggiorana
(Last Updated On: 02/02/2018)

La maggiorana è una pianta aromatica originaria dell’Asia, estremamente diffusa nei paesi mediterranei grazie al clima particolarmente favorevole alla sua crescita. Si tratta di una pianta utilizzata sia in campo alimentare che erboristico, apprezzata per il suo aroma delicato ma anche per le sue ottime proprietà officinali. La maggiorana oggi è diventata un simbolo della cucina italiana insieme al rosmarino, al basilico e al prezzemolo, spesso coltivata nei giardini e nelle fioriere delle nostre case e utilizzata quotidianamente nel condimento dei piatti.

Caratteristiche della maggiorana

La maggiorana, il cui nome scientifico è Origanum majorana, è una pianta aromatica perenne cioè che si trova in natura in tutti i periodi dell’anno con un ciclo continuo. Appartiene alla famiglia delle Lamiaceae ed è originaria dell’Asia e del Nord Africa. In Italia è molto diffusa su tutto il territorio nazionale, sia in pianura che in montagna. In particolare cresce rigogliosa nelle aree incolte e lungo i bordi delle strade, prediligendo i terreni calcarei con un PH neutro. La maggiorana è una pianta piccola le cui dimensioni non superano i 50 cm, con numerose ramificazioni che le permettono di allargarsi come un cespuglio, grazie alle radici fascicolate di consistenza semi-legnosa. Le foglie della maggiorana sono molto piccole e di forma ovale, leggermente allungate, di un colore verde acceso contraddistinte da un odore molto intenso ma più delicato rispetto per esempio al timo o all’origano. Fiorisce da giugno fino a settembre mostrando dei fiori piccoli e di colore chiaro.

Coltivazione della maggiorana

In Italia sono diffuse soprattutto due varietà di maggiorana, quella comune e la maggiorana bianca o dolce. La differenza principale sta nella resistenza al freddo, infatti la maggiorana comune si trova spesso in montagna, è perenne ed estremamente resistente alle basse temperature, mentre la maggiorana bianca non resiste al freddo ma invece ama i climi caldi e temperati. Per coltivare la maggiorana è fondamentale l’esposizione al sole, per questo spesso nelle regioni del Sud Italia si ritrova lungo i bordi delle strade e delle piantagioni. È facilmente coltivabile sia in campo aperto che in vaso, aspetto che ne ha diffuso la presenza sui balconi e i davanzali delle nostre case. Ha bisogno di un terriccio soffice e non pesante, con ottime capacità drenanti perché non tollera il ristagno d’acqua. Si riproduce facilmente per talea, basta reciderne dei piccoli steli della lunghezza da 5 a 10 cm e piantarli in terra coprendoli per i 3/4. La maggiorana non ha bisogno di molta acqua, è resistente alla siccità e al freddo e desidera soltanto un po’ di humus o di terriccio organico all’incirca ogni due mesi.

Proprietà della maggiorana

La maggiorana vanta delle ottime proprietà organolettiche e fitoterapiche che la rendono molto utilizzata in cucina, nella preparazione di composti erboristici e nella realizzazione di medicinali e creme di bellezza di vario tipo. I valori nutrizionali della maggiorana sono (100 grammi):

carboidrati 60 g;

proteine 12,6 g;

zuccheri 4 g;

grassi 7 g.

Inoltre la maggiorana non ha colesterolo ed è molto ricca di fibre alimentari, circa 40 grammi ogni 100 e presenta ottimi livelli di sodio, circa 77 mg ogni 100 grammi. La maggiorana è ricca di vitamina A, B, C e K, di importanti Sali minerali come il calcio, il ferro, il potassio, il magnesio e lo zinco, di tannini, di oli essenziali, di flavonoidi e di acido rosmarinico. Le principali proprietà di questa pianta aromatica sono di tipo antinfiammatorie, digestive, antibatteriche, antispastiche ma anche calmanti, sedative e lievemente balsamiche.

L’importanza dell’acido rosmarinico nella maggiorana

L’acido rosmarinico contenuto nella maggiorana, come in molte altre erbe aromatiche appartenenti alla famiglia delle Labiatae, è un forte antibatterico naturale. Questa sostanza in particolare vanta ottime proprietà antiossidanti, antimicrobiche e antifungine. L’acido rosmarinico previene l’ossidazione delle ossa, aiuta a ridurre i livelli di colesterolo LDL e soprattutto impedisce il rilascio naturale della vitamina E, importantissima per la salute e nella lotta all’osteoporosi. Inoltre gli ultimi studi scientifici hanno provato che l’acido rosmarinico contenuto nella maggiorana riesce a contrastare oltre 40 differenti ceppi batterici e fungini, tra cui la salmonella, l’Escherichia coli, lo Streptococcus, alcuni Stafilococchi e l’Enterobacter.

Benefici della maggiorana

I benefici della maggiorana sono molteplici e spaziano dalla salute alla cura estetica del proprio corpo. In particolare l’olio essenziale estratto dalla maggiorana è un potente antinvecchiamento, una crema oleosa con ottime proprietà idratanti e antiossidanti, in grado di proteggere la cute dagli agenti atmosferici e dall’avanzamento dell’età. La maggiorana ha effetti benefici su tutto l’organismo, specialmente sul sistema nervoso centrale, sull’apparato digerente, sui tessuti ossei osteoarticolari, sulle vie respiratorie e anche sull’apparato genitale femminile. Grazie alle sue importanti proprietà emmenagoghe, la maggiorana è in grado di stimolare il flusso mestruale favorendone la fuoriuscita, accelerando di fatto questo processo naturale e diminuendo sia la pressione interna che il dolore. Molto apprezzati sono anche i benefici di tipo carminativo, ossia la capacità di aiutare a espellere gas dagli organi dell’apparato digerente, principale causa di gonfiori e irritazioni.

I mille usi dell’olio essenziale di maggiorana

Dalla maggiorana è possibile ricavare un olio essenziale dalle elevate proprietà benefiche, utilizzato sia nella cosmesi che nella preparazione di prodotti di bellezza e nella fitoterapia. L’olio essenziale di maggiorana è estratto dai fiori essiccati ed è di colore giallo. In particolare è in grado di lenire il mal di testa e le emicranie, ridurre le macchie cutanee e dare sollievo in caso di dolori muscolari e articolari, oltre a essere un ottimo calmante. L’olio essenziale di maggiorana viene utilizzato anche in ambito industriale, per la preparazione di bevande e di salumi ma anche per realizzare tinture madri come base di rimedi e farmaci fitoterapici.

Come usare la maggiorana

La maggiorana può essere usata sia in cucina per la preparazione di piatti e pietanze sia come rimedio naturale. In cucina vengono utilizzate le foglie, sia fresche che essiccate, che una volta fatte a pezzi sono ottime per insaporire i propri piatti e fornire importantissime sostanze alla nostra dieta. In medicina e in fitoterapia invece sono maggiormente utilizzate le parti aeree come i fiori, estremamente ricchi di oli essenziali, per la preparazione di composti e infusi. È possibile realizzare un ottimo infuso con soli 50 grammi di maggiorana messi a macerare in un litro d’acqua, con i quali è possibile ottenere una soluzione al 5% molto bilanciata. Oppure si possono preparare tè e tisane, basta mettere a bollire dell’acqua in un pentolino, spegnere quando arriva al punto di bollitura e inserirvi dei fiori di maggiorana spezzettati.

Dopo circa 10-15 minuti, una volta filtrato il tutto, si avrà un ottimo infuso perfetto per lenire la tosse, il raffreddore o le irritazioni dell’apparato gastrointestinale. Gli usi della maggiorana, e in particolare degli infusi, sono veramente molteplici. Ad esempio può essere utilizzata per i gargarismi contro il mal di gola, per i suffumigi e le inalazioni contro la tosse, contro il raffreddore e altri disturbi delle vie respiratorie, come digestivo o calmante contro la diarrea, i reflussi gastroesofagei e i mal di stomaco più comuni. Inoltre gli infusi di maggiorana sono indicati per lenire dolori articolari e muscolari, oltre a poter fungere da sedativo per le persone che soffrono di insonnia o che hanno livelli di stress molto elevati.

Controindicazioni della maggiorana

La maggiorana non ha controindicazioni pericolose per la salute, anche se ovviamente sono sempre da evitare gli abusi e le assunzioni di dosi eccessive. In uso alimentare non esistono rischi per la salute né alcun tipo di limitazione, quindi potete continuare a preparare tranquillamente arrosti e primi piatti. Invece per quanto riguarda l’infuso e l’uso dell’olio essenziale se ne sconsiglia l’utilizzo nei casi di ipersensibilità, durante la gravidanza e l’allattamento e nei bambini sotto i 12 anni. In questi casi è necessario rivolgersi presso un medico per valutare ogni singola situazione, soprattutto riguardo le dosi massime consentite e la frequenza di utilizzo.

Dove comprare la maggiorana

Ovviamente la maggiorana può essere acquistata in qualsiasi vivaio o supermercato attrezzato, basta poi piantarla sul proprio balcone o in giardino purché si tratti di un luogo assolato dove non ristagna l’acqua. Invece l’olio essenziale di maggiorana si può comprare in farmacie specializzate, erboristerie oppure direttamente su internet, sia su Amazon che sui portali delle farmacie online. L’olio essenziale di maggiorana viene venduto in flaconi da almeno 10 ml, con concentrazioni differenti a seconda del tipo di prodotto. Quando si acquista l’olio essenziale di maggiorana è importante verificare che provenga da coltivazioni biologiche e possibilmente biodinamiche, che sia presente un alto livello di principio attivo naturale e soprattutto che non vi siano sostanze pericolose per la salute, come parabeni, oli essenziali artificiali e conservanti.

Guarda anche le proprietà della melissa

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Dettaglio della pianta di Tribulus
Pubblicato da |
Tribulus terrestris: proprietà, uso e benefici
Origini e storia del Tribulus Terrestris Il Tribulus Terrestris è una pianta originaria dell'India che si è poi diffusa alla Cina e in altre zone asiatiche fino alle coste e...
Pianta fiorita di erisimo
Pubblicato da |
Erisimo: proprietà, uso e benefici
L'erisimo, la pianta dei cantanti L'erisimo è una pianta che appartiene alla famiglia delle Brassicacee, più comunemente note come crocifere. Il suo nome scientifico è Sysimbrium officinale ed erisimo è...
Radici, foglie e fiori di Rodiola
Pubblicato da |
Rodiola: proprietà, uso e benefici
La rodiola è una pianta medicinale originaria dell’Asia, le cui radici sono utilizzate da millenni nella medicina tradizionale cinese e russa come rimedio naturale. Vanta numerose proprietà benefiche per l’organismo,...