Rodiola: proprietà, uso e benefici

Rodiola rosea

La rodiola è una pianta medicinale originaria dell’Asia, le cui radici sono utilizzate da millenni nella medicina tradizionale cinese e russa come rimedio naturale. Vanta numerose proprietà benefiche per l’organismo, in particolare è in grado di agire direttamente sul sistema psicofisico infatti è usata come antistress e contro l’ansia e la depressione. La rodiola è una pianta ricca di antiossidanti, tannini e importanti acidi organici, che agiscono sulle funzioni metaboliche migliorando sia la digestione che la circolazione cardiovascolare. È utilizzata nel campo erboristico ma anche in quello medicinale per preparare infusi, succhi, oli essenziali, integratori ed estratti in polvere. Inoltre la rodiola viene usata anche per realizzare integratori alimentari dimagranti e afrodisiaci naturali, rivolti sia alle donne che agli uomini, prodotti di altissima qualità quasi sempre provenienti da coltivazioni biologiche e biodinamiche.

Caratteristiche e origini della rodiola (rhodiola rosea)

La rodiola è una pianta erbacea originaria della Siberia ma ampiamente diffusa anche in Cina, Mongolia, Nord America e nei paesi del Nord Europa. Le sue proprietà benefiche erano note già nei tempi antichi, infatti veniva regolarmente utilizzata sia nell’antica Grecia che dalle popolazioni vichinghe. È in Cina e in Russia però che la rodiola trovava maggior spazio, soprattutto tra le persone che abitavano le zone montuose del Tibet e della Siberia. La rodiola veniva usata come integratore alimentare naturale per difendersi dalle temperature rigide e dalle condizioni estreme di quei luoghi, ma anche come elisir di lunga vita per contrastare l’invecchiamento. Soltanto negli ultimi due secoli si iniziò a utilizzare la rodiola anche come afrodisiaco, usandone le radici essiccate e spezzettate per preparare infusi e decotti.

Il nome scientifico della rodiola è Rhodiola rosea, appartiene alla famiglia delle Crassulaceae e alla sottoclasse delle Sedoideae. Si tratta di un arbusto erbaceo che può raggiungere i 35 cm circa il cui ambiente ideale è quello montano, dove trova un clima freddo e secco caratterizzato da un paesaggio roccioso e da altitudini al di sopra dei 3.000 metri. La pianta assomiglia vagamente a una piccola rosa da qui il nome Rhodiola rosea. Produce dei fiori di colore giallo scuro quasi arancione intensamente profumati, con foglie piuttosto grandi e carnose. La rodiola è una pianta adattogena come il ginseng, ovvero contiene delle sostanze in grado di aumentare la resistenza dell’organismo allo stress psicofisico. Per questo motivo l’uso della rodiola è particolarmente indicato durante i cambi di stagione oppure come supporto durante i periodi di forte stress, ad esempio durante una dieta dimagrante, in età avanzata o per recuperare dopo un forte impegno fisico.

Proprietà della rodiola

La rodiola vanta numerose proprietà benefiche naturali tra cui le più importanti sono quelle di tipo adattogeno, infatti aiuta ad aumentare la resistenza del corpo umano durante i periodi di forte stress psicofisico. Le sostanze più importanti contenute nella rodiola sono:

flavonoidi;

glicosidi;

acidi organici;

tannini;

catechine;

antocianidine.

I flavonoidi sono dei composti chimici di origine naturale con elevate proprietà antiossidanti, con effetti benefici sul fegato, sul sistema immunitario e in grado di proteggere dalle infezioni e dai batteri, favorire la circolazione cardiovascolare, rinforzare i capillari e aiutare nella prevenzione di alcune forme tumorali. I tannini sono delle molecole che svolgono una funzione antinfiammatoria, vasocostrittore, emostatica e antidiarroica. I glicosidi invece sono delle molecole formate da una parte di glucosio, come per esempio il fruttosio, che vantano proprietà antisettiche, antibatteriche, antitumorali e gastroprotettrici. Le catechine sono delle sostanze antiossidanti molto importanti per l’organismo, che aiutano a proteggere il cuore regolando le funzioni cardiache. Anche le antocianidine contenute nella rodiola hanno delle ottime proprietà antiossidanti, in grado di contrastare l’invecchiamento, contrastare la fragilità capillare e la ritenzione idrica, ridurre i livelli di colesterolo e proteggere il sistema cadiovascolare.

Benefici della rodiola

I benefici della rodiola sono molteplici e legati sia alla protezione dell’organismo dagli agenti esterni, che al ripristino delle condizioni ideali di salute in seguito a periodi prolungati di stress fisici e mentali. Questa antica pianta medicinale riesce ad apportare importanti benefici per la salute, specialmente se integrata nella propria alimentazione come integratore alimentare naturale. La rodiola infatti migliora tutte le funzioni del corpo, quella epatica, cardiaca, muscolare, articolare e intellettiva. Inoltre stimola il cervello e le funzioni cognitive, aumenta le difese immunitarie, protegge da numerosi tipi di tumore e aiuta a curare la depressione e l’ansia. La rodiola fornisce anche grandi benefici a tutte le persone che seguono diete dimagranti, riducendo la sensazione di fame e apportando importantissime sostanze come vitamine, Sali minerali e antiossidanti arricchendo una dieta povera di tipo ipocalorico.

Anche gli sportivi possono trovare numerosi vantaggi e benefici nell’utilizzo della rodiola, che riesce a ridurre la sensazione di fatica e soprattutto a diminuire i tempi di recupero dopo uno sforzo fisico molto intenso. Seppur la rodiola sia usata da oltre due secoli per risolvere problemi di natura sessuale negli uomini, la sua efficacia medica rimane piuttosto limitata. Sicuramente è in grado di stimolare la circolazione sanguigna e la microcircolazione, ma in caso di gravi disturbi all’apparato sessuale è necessario utilizzare prodotti farmacologici di maggiore intensità, lasciando alla rodiola la funzione di semplice stimolante naturale.

Controindicazioni della rodiola

Non esistono particolari controindicazioni mediche nell’utilizzo della rodiola che, se usata come alimento e inserita nella propria alimentazione quotidiana, può al massimo causare rari casi di insonnia e irascibilità. Per questo è sempre consigliabile rivolgersi a un medico oppure a un nutrizionista prima di assumere qualsiasi tipo di integratore alimentare, per farsi indicare da un esperto le dosi giuste a seconda della propria situazione di salute e dela propria conformazione fisica. L’uso della rodiola è sconsigliato o andrebbe almeno fortemente limitato nelle persone che soffrono di ipertensione arteriosa, di problemi cardiaci, di disturbi del sonno, di crisi di ansia di forte intensità e nelle donne durante l’allattamento. Inoltre è da verificare la possibilità di utilizzare la rodiola quando si assumono già alcuni tipi di farmaci, onde evitare spiacevoli effetti collaterali inattesi. Tra i farmaci che rientrano nella fascia di rischio ci sono gli ansiolitici, gli antidepressivi e i barbiturici.

Come usare la rodiola

È possibile assumere la rodiola in diversi formati, come olio essenziale, in compresse o capsule, come tintura madre in gocce, in polvere oppure come estratto concentrato secco. La dose giornaliera consigliata è compresa tra i 100 e i 170 mg, ma si tratta di un valore che varia tantissimo in base alle proprie caratteristiche psicofisiche. Normalmente si consiglia di assumere la rodiola per cicli non superiori ai due mesi, alternandoli a dei periodi di riposo di almeno 30-40 giorni. Le capsule ad esempio possono essere prese al mattino e nel pomeriggio come rimedio naturale contro la stanchezza. Invece gli estratti in polvere possono essere assunti all’interno di una dieta dimagrante, in questo caso basta aggiungere un cucchiaino di estratto di rodiola in frullati e succhi, per un massimo di due volte al giorno. L’uso della rodiola come dimagrante o per ripristinare le condizioni fisiche dopo un allenamento è consigliato specialmente lontano dai pasti, sia prima che dopo la sessione sportiva.

Dove comprare la rodiola

La rodiola può essere acquistata sia in farmacia che in erboristeria, oppure presso qualsiasi sito web specializzato nella vendita di prodotti naturali biologici come integratori naturali, composti e infusi. Prima di acquistare qualsiasi prodotto a base di rodiola è fondamentale assicurarsi della provenienza della pianta, possibilmente prediligendo aziende che si rivolgono a coltivazioni biologiche o biodinamiche. Inoltre è importante leggere attentamente le etichette per verificare la presenza di sostanze nocive per l’organismo come conservanti, oli essenziali artificiali o coloranti. La rodiola è venduta sia in polvere che in capsule o come tonico a gocce. Le compresse di rodiola sono molto comode e facili da assumere, come ad esempio quelle di Rodiola rosea della Natural point che commercializza un integratore naturale completamente biologico e adatto sia ai vegetariani che ai vegani.

Guarda anche le proprietà dell’alchechengi

 

 

About The Author

Curamos è il portale dedicato alla salute naturale e all’erboristeria online: rimedi naturali e cosmetici bio, con approfondimenti su aromaterapia, fitoterapia e fiori di bach: l’obiettivo è condividere e diffondere la conoscenza sul benessere naturale

Add a comment

*Please complete all fields correctly

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Tribulus terrestris
Pubblicato da |
Tribulus terrestris: proprietà, uso e benefici
Origini e storia del Tribulus Terrestris Il Tribulus Terrestris è una pianta originaria dell'India che si è poi diffusa alla Cina e in altre zone asiatiche fino alle coste e...
Erisimo
Pubblicato da |
Erisimo: proprietà, uso e benefici
L'erisimo, la pianta dei cantanti L'erisimo è una pianta che appartiene alla famiglia delle Brassicacee, più comunemente note come crocifere. Il suo nome scientifico è Sysimbrium officinale ed erisimo è...
Guaranà
Pubblicato da |
Guaranà: proprietà, uso e benefici
Il guaranà: una pianta per chi ha bisogno di energia Combattere la depressione e i sintomi dell'affaticamento fisico e mentale, stimolare il corpo e migliorare reattività e concentrazione: e se...