Tribulus terrestris: proprietà, uso e benefici

Tribulus terrestris

Origini e storia del Tribulus Terrestris

Il Tribulus Terrestris è una pianta originaria dell’India che si è poi diffusa alla Cina e in altre zone asiatiche fino alle coste e all’entroterra nord americano. E’ conosciuta fin dai tempi più antichi per impieghi curativi. E’ ampiamente utilizzata ancora oggi sia nella medicina tradizionale cinese, dove è chiamata ” Li bai ji”, che in quella indiana dell’ayurvedica, per le affezioni che riguardano l’apparato digerente, ma anche perchè considerata un potente afrodisiaco.
Ci sono altri nomi con cui è conosciuta, tra cui vite puntura e tribolo comune e molti altri risultano gli appellativi in altre lingue.
Il Tribulis Terrestris appartiene alla famiglia delle Zygophyllaceae e produce dei fiori gialli molto delicati, contrariamente, invece, allo stelo e ai rami che sono ricoperti di piccole spine. Gli stessi semi della pianta sono difesi da una sorta di bozzolo anch’esso provvisto di aculei molto sottili, ma dolorosi anche solo sfiorandoli. Le foglie appaiono piccole, carnose e a ricoperte di una sottilissima peluria che le rende apparentemente impermeabili.

Le proprietà della Tribulus Terrestris: benefici per l’intestino e per la sfera sessuale

L’intestino e la sfera sessuale sono gli ambiti nei quali viene maggiormente impiegata la Tribulus Terrestris, anche se è ottima anche per constrastrare altri disturbi.
Il suo principio attivo è la protodioscina, che la rende utile nel combattere i problemi nella sfera intima, tra cui la disfunzione erettile, il gonfiore addominale e come coadiuvante nei disturbi dell’appartato cardio circolatorio.
A questo principio attivo si aggiungono le saponine che sono degli zuccheri, i quali uniscono altre proprietà come quelle espettoranti, antinfiammatorie, diuretiche e di tonificazione dei tessuti intestinali, della vescica, dei reni e del fegato.

Proprietà afrodisiache della Tribulus Terrestris

Diversi studi scientifici relativamente recenti sono stati condotti da università occidentali per confermare l’antica credenza relativa alle proprietà afrodisiache di questa pianta e anche per gli altri benefici.
Gli stessi hanno provato che aumenta la produzione di testosterone, l’ ormone maschile per definizione, che è presente anche nelle donne e favorisce un riequilibrio della libido.
In entrambi i sessi aumenta quindi il desiderio, e in particolare nelle donne, che hanno orgasmi multipli e vedono aumentare anche l’intensità del piacere provato.
In generale pare che la Tribulus Terrestris influenzi positivamente tutto il sistema endocrino, favorendo la produzione regolare di ormoni dalle varie ghiandole dell’organismo. Pare che l’impiego di questa pianta sia ancora più positivo per le donne durante il periodo della menopausa, in quanto evita la secchezza vaginale, le vampate di calore e migliore la vita intima.
Per quanto riguarda gli uomini, le popolazioni che da sempre l’hanno impiegata a scopo curativo, pare possa migliorare i casi di disfunzione erettile e di eiaculazione precoce, in quanto agisce sull’afflusso di sangue al pene.
I corpi cavernosi tendono quindi a dilatarsi per una migliore vascolarizzazione localizzata, che ossigena i tessuti e favorisce un performance ottimali, soprattutto per l’aumento del testosterone.
In realtà la scienza ha dimostrato che non innalza il testosterone negli uomini che già presentano livelli ottimali, ma lo può normalizzare in coloro che invece denotano una carenza di questo ormone. Inoltre influisce sulla fertilità maschile, in quanto riattiva quegli spermatozoi poco vitali. Per gli uomini dopo i 60 anni la Tribulus Terrestris può rappresentare un toccasana per il buon funzionamento della prostata.

Effetto depurativo della Tribulus Terrestris

Tra i benefici di questa pianta bisogna includere anche quello a carico dell’apparato urinario. Assumere gli integratori a base di tribulus aiuta a depurare i reni, favorendo l’eliminazione delle naturali scorie prodotte dall’organismo, per l’effetto diuretico. Ne beneficia anche il fegato, che come è noto è anch’esso deputato allo smaltimento dei prodotti di scarto organici. Le vie urinarie risultano così protette, anche contro alcuni funghi come quelli della candida albicans. I batteri della candida sono naturalmente presenti nell’intestino, ma un loro disequilibrio può provocare una aumento esponenziale, passando anche all’apparato genitale femminile. Con questa pianta è possibile avere sia un effetto preventivo che curativo di questo fungo, che può essere più facilmente debellato.

Buon umore ed energia con il Tribulus Terrestris

Questa erba conosciuta fin dall’antichità può essere utile anche a migliorare l’umore in particolare delle donne che soffrono di sindrome pre-mestruale.
L’organismo liberato dalle tossine in eccesso, con una migliore vascolarizzazione e ossigenazione delle cellule e dei tessuti, funziona meglio.
A questo si aggiunge anche un ritrovato equilibrio ormonale, utile a tutte le donne che sono soggette a disfunzioni endocrine nelle varie fasi della vita, dalla pubertà alla menopausa.
In più aumenta la disponibilità di energia, sia a livello mentale che fisico, per l’innalzamento dei livelli di testosterone. A tal proposito la Tribulus Terrestris è indicata per chi pratica attività fisica e vuole migliorare in modo del tutto naturale le proprie prestazioni atletiche. I muscoli infatti sono maggiormente ossigenati e favorirti da un maggior afflusso di sangue, anche nei distretti periferici e questo aumenta l’energia.
La maggior disponibilità di energia è anche riferita a quei casi in cui è necessario recuperare le forze, dopo che il fisico è stato debilitato per una malattia, un intervento, un trauma o un incidente.
A tale proposito sembra che assumere integratori a base di questa pianta fortifichi il sistema immunitario. Questo beneficio è direttamente collegato al buon funzionamento dell’intestino, nel quale è concentrato almeno l’80% delle nostre difese immunitarie.

Come assumere la Tribulus Terrestris: dosaggio e modalità

La Tribulus Terrestris si trova in commercio nelle erboristerie, nelle farmacie con una sezione dedicata ai prodotti naturali e anche online.
Si tratta d’integratori che vengono venduti sia sotto forma di compresse che in polvere.
In quest’ultimo caso l’estratto si può diluire anche nei pasti o nell’acqua, in quanto si consiglia si assumerlo mentre si mangia, per ottenere tutti gli effetti benefici sopra descritti.
Un dosaggio preciso per l’assunzione della Tribulus Terrestris non si può definire con precisione, in quanto varia in base all’età, al peso, all’altezza e alla propria condizione di salute nonché ai problemi che si vogliono trattare tra tutti quelli possibili.
In media è consigliabile assumere non meno di 600 mg e non più di 1000 mg al giorno divisi in 2 dosi durante i pasti principali o subito dopo. Le compresse vanno assunte semplicemente con bicchiere d’acqua.
Per coloro che intendono utilizzare la Tribulus Terrestris per la preparazione atletica è possibile anche abbinare altri integratori naturali, utili allo scopo di aumentare potenza e massa muscolare.
Per l’uso specificatamente riferito alla vita sessuale, si possono anche abbinare estratti di Epimedium, per potenziarne gli effetti.

Controindicazioni per l’assunzione di Tribulus Terrestris: a chi è sconsigliato

La Tribulus Terrestris è sempre sconsigliata alle donne in gravidanza o durante il periodo dell’allattamento. Vale lo stesso discorso per i cardiopatici, nonostante la pianta sia anche un naturale cardiotonico, ma va assunta sotto stretto controllo del proprio cardiologo o medico di famiglia.
Non è indicata per i diabetici perché contiene zuccheri o per chi assume farmaci anticoagulanti, in quanto come accennato aumenta la vascolarizzazione, che è già trattata con questi medicinali che fluidificano il sangue.
Si sconsiglia anche a coloro che devono assumere diuretici e beta-bloccanti.
È bene rispettare il dosaggio riportato nel foglietto illustrativo di ogni confezione e di seguire i consigli del proprio medico.

 

Guarda anche le proprietà dell’erisimo

About The Author

Curamos è il portale dedicato alla salute naturale e all’erboristeria online: rimedi naturali e cosmetici bio, con approfondimenti su aromaterapia, fitoterapia e fiori di bach: l’obiettivo è condividere e diffondere la conoscenza sul benessere naturale

Add a comment

*Please complete all fields correctly

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Erisimo
Pubblicato da |
Erisimo: proprietà, uso e benefici
L'erisimo, la pianta dei cantanti L'erisimo è una pianta che appartiene alla famiglia delle Brassicacee, più comunemente note come crocifere. Il suo nome scientifico è Sysimbrium officinale ed erisimo è...
Rodiola rosea
Pubblicato da |
Rodiola: proprietà, uso e benefici
La rodiola è una pianta medicinale originaria dell’Asia, le cui radici sono utilizzate da millenni nella medicina tradizionale cinese e russa come rimedio naturale. Vanta numerose proprietà benefiche per l’organismo,...
Guaranà
Pubblicato da |
Guaranà: proprietà, uso e benefici
Il guaranà: una pianta per chi ha bisogno di energia Combattere la depressione e i sintomi dell'affaticamento fisico e mentale, stimolare il corpo e migliorare reattività e concentrazione: e se...