Zenzero: proprietà, uso e benefici

Zenzero: proprietà, uso e benefici

Zenzero fresco sulla tavola
(Last Updated On: 02/03/2018)

Lo zenzero o Zingiber Officinale Roscoe è una pianta erbacee perenne ricca di proprietà e effetti benefici sulla salute e appartenente alle Zingiberacee.
Ha un’altezza di 90 cm e ha un fusto ramificato sotterraneo con un rizoma da cui nascono ulteriori fusti. È, inoltre, originaria dell’estremo Oriente e, in particolare, dell’India e della Malesia.
Lo zenzero, infatti, predilige per la sua coltivazione climi e luoghi tropicali caratterizzati da forte umidità e temperature elevate.
Il rizoma, la parte interrata della pianta erbacea, è quella ricca di effetti benefici sulla salute grazie alla presenza di olio essenziale, gingerina, resine e zingerone.

Le proprietà dello zenzero

Lo zenzero contiene molte sostanze nutritive fondamentali, in particolare acqua, carboidrati, amminoacidi, proteine, sali minerali come il calcio, il fosforo, il sodio, il magnesio, il ferro e lo zinco e, inoltre, vitamine del gruppo B, vitamina E, vitamina C e, infine, l’olio essenziale.
Viene comunemente utilizzato come spezia eppure ha notevoli proprietà curative.
In particolare, lo zenzero ha molteplici caratteristiche ed effetti sulla salute e, soprattutto, ha :
proprietà antitumorali;
proprietà antinausea;
proprietà digestive;
proprietà antinfluenzali;
è un antinfiammatorio e analgesico naturale.
In primo luogo, lo zenzero secondo una ricerca condotta dal Hormel Institute in Minnesota (USA) presenta proprietà antitumorali dello zenzero contro i carcinomi dell’intestino e, in particolare, del retto. Lo studio ha messo, quindi, in evidenza come l’assunzione assidua di questa pianta avrebbe una notevole efficacia preventiva verso l’insorgere di tumori.
In secondo luogo, la pianta ha effetti digestivi e antinausea e, infatti, anche in questo caso diversi studi scientifici hanno preso in esame lo zenzero per rilevare la presenza o meno di un effetto di questo tipo. Le conclusioni hanno confermato l’effettiva presenza di un rimedio contro la nausea, consigliabile dalle donne in stato di gravidanza o da chi soffre di mal d’auto o mal di mare all’insorgere del problema.
Il modo migliore in cui si preserva questa proprietà della pianta erbacea è preparare un infuso con circa 6 g di radice di zenzero all’interno di 1/2 litro circa d’acqua oppure, direttamente, masticare la radice.

Proprietà digestive

In terzo luogo, lo zenzero reca numerosi benefici allo stomaco e si dimostra molto utile nella risoluzione di problemi legati alla digestione, gastriti, reflusso gastro-esofageo e ulcere intestinali e, inoltre, assunto durante i pasti agisce come gastroprotettore. Le popolazioni orientali che hanno scoperto le proprietà di questa pianta erbacea hanno riscontrato inoltre che i suoi principi attivi sono efficaci contro l’Helicobacter Pylori, un batterio che cagiona infezioni allo stomaco. In presenza di uno di questi problemi, il consumo dello zenzero, insieme ad eventuali terapie prescritte dal proprio medico di fiducia, potrebbe accelerare il processo di guarigione.
In quarto luogo, la pianta o spezia di origine orientale ha effetti molto positivi contro i raffreddori e la tosse grassa o secca e stimola la crescita delle difese immunitarie. Infatti, lo zenzero possiede proprietà antinfiammatorie e antisettiche estremamente efficaci verso faringiti, laringiti o altre infiammazioni alla gola e alla bocca.
Infine, lo zenzero ha straordinarie proprietà analgesiche e antinfiammatorie secondo numerosi studi e ricerche scientifiche. Riduce dolori muscolari e alle articolazioni e, inoltre, possiede ottimi effetti nella risoluzione di dolori d’emicrania. In presenza di esofagiti, ovvero un’infiammazione causata da differenti patologie, è provato che questa pianta lenisce e tende all’accelerazione del processo di guarigione.

Le proprietà dimagranti dello zenzero

Lo Zingiber Officinale Roscoe o zenzero possiede straordinarie proprietà dimagranti.
Infatti, la pianta grazie agli effetti migliorativi della digestione rende questa fase estremamente funzionale e precisa consentendo, quindi, di perdere peso in maniera assolutamente naturale.
I principi nutritivi contenuti dalla pianta consentono al nostro organismo di assimilare meglio le vitamine, i carboidrati e tutti gli altri nutrienti nella nostra alimentazione quotidiana. Inoltre, induce un senso di soddisfazione e pienezza ottimo per controllare l’appettito a tavola.
Lo zenzero accelera il nostro processo metabolico e, quindi, fa sì che il nostro organismo bruci molto velocemente i grassi.
L’assunzione quotidiana dello zenzero come infuso o spezie e condimento di differenti ricette contribuisce a far perdere qualche chilo in eccesso in modo completamente naturale e, soprattutto, sicuro.

Lo zenzero come toccasana per il cuore

Alcuni studi scientifici abbastanza recenti, inoltre, hanno riscontrato gli effetti e i benefici positivi dello zenzero nei confronti delle patologie del muscolo cardiaco.
Il rizoma di zenzero, in particolare, funge da anticoagulante e, quindi, previene la formazione di coaguli nelle arterie.
La pianta, inoltre, abbassa il colesterolo cattivo nel sangue e sarebbe un toccasana per abbassare la pressione sanguigna.
Tuttavia, chi soffre di patologie cardiache per scrupolo deve previamente consultare il proprio medico prima di utilizzare lo zenzero nella propria dieta quotidiana.

Gli usi dello zenzero

Le numerose proprietà e i benefici dello zenzero inducono sicuramente al suo utilizzo e, quindi, ecco alcuni consigli su come amalgamarlo alla perfezione con le vostre abitudini alimentari.
In cucina la parte maggiormente utilizzata è la rizoma, impropriamente conosciuta anche come radice. Questa, grattugiata o ridotta in polvere, è un’ottima spezia piccante e deliziosa ideale per condire primi piatti come risotti o pasta con una salsa verde oppure secondi piatti di pesce o carne. Inoltre, lo zenzero conferisce un tocco esotico e particolare in termini di gusto e profumo ai dolci e, soprattutto, ai biscotti.
Lo zenzero si può, tuttavia, utilizzare per fare bevande fresche o calde aromatizzate come la tisana o un té.
La prima bevanda, la tisana, si prepara tagliando a fettine o a cubetti 10/12 g di zenzero fresco, curando di togliere prima la pellicina esteriore, e inserendole all’interno di un pentolino d’acqua fino all’ebollizione. La soluzione, lasciata bollire almeno una decina di minuti, va infine filtrata e bevuta alla temperatura di piacimento. Inoltre, se volete aggiungere un tocco di sapore, potete aggiungere alla vostra tisana qualche fetta di limone oppure un po’ di succo o, ancora, potrete mettere un cucchiaino di miele.
La seconda bevanda, il tè, si prepara in modo semplice e veloce facendo bollire 200 millilitri d’acqua e, successivamente, mettendo una bustina del vostro tè insieme ad un cucchiaino di zenzero fresco o secco grattugiato. Infine, prima di gustare è bene far riposare il tè allo zenzero cinque minuti e aggiungere, a seconda delle vostre preferenze, un po’ di zucchero di canna oppure di miele.

Alcune controindicazioni dello zenzero

Lo zenzero ha anche alcune controindicazioni importanti che senz’altro si devono valutare nel momento in cui sorge l’intenzione di iniziare a consumarlo.
Chi lo utilizza allo scopo di risolvere le nausee quotidiane in stato di gravidanza dovrebbe, infatti, consultare previamente il medico così che sia informato e, eventualmente, se a conoscenza di qualche possibile problema possa avvisare la paziente.
Chi soffre di allergie alle componenti o sostanze nutritive dello zenzero, inoltre, dovrebbe assolutamente evitare il consumo della pianta che potrebbe causare eritemi o altre eruzioni cutanee.
Inoltre, lo zenzero non va consumato in eccessive quantità perché, come tutte le cose, se si abusa si rischia di ottenere effetti indesiderati. Infatti, un consumo eccessivo potrebbe cagionare gonfiori allo stomaco, ulcere e gastriti, insomma l’esatto contrario di ciò che si vorrebbe ottenere. La pianta erbacea, inoltre, si deve evitare in caso di assunzione di farmaci ipotensivi e infiammatori. Invece, nel caso in cui si assumano farmaci anticoagulanti si consiglia di avvisare lo specialista prima di introdurre lo zenzero nella propria alimentazione.

Guarda anche le proprietà e benefici del the verde

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Dettaglio della pianta di Tribulus
Pubblicato da |
Tribulus terrestris: proprietà, uso e benefici
Origini e storia del Tribulus Terrestris Il Tribulus Terrestris è una pianta originaria dell'India che si è poi diffusa alla Cina e in altre zone asiatiche fino alle coste e...
Pianta fiorita di erisimo
Pubblicato da |
Erisimo: proprietà, uso e benefici
L'erisimo, la pianta dei cantanti L'erisimo è una pianta che appartiene alla famiglia delle Brassicacee, più comunemente note come crocifere. Il suo nome scientifico è Sysimbrium officinale ed erisimo è...
Radici, foglie e fiori di Rodiola
Pubblicato da |
Rodiola: proprietà, uso e benefici
La rodiola è una pianta medicinale originaria dell’Asia, le cui radici sono utilizzate da millenni nella medicina tradizionale cinese e russa come rimedio naturale. Vanta numerose proprietà benefiche per l’organismo,...