Rimedio naturale per gli acufeni alle orecchie

Rimedio naturale per gli acufeni alle orecchie

Rimedio naturale per gli acufeni
(Last Updated On: 02/03/2018)

Rimedio naturale per gli acufeni

A dispetto del nome – che forse non tutti conoscono – l’acufene è un disturbo piuttosto comune in grado di colpire 1 persona su 5.

Più noto come fischio all’orecchio, l’acufene non è una vera e propria malattia, ma non per questo è un problema da sottovalutare.

Vediamo in che modo è possibile curare l’acufene affidandosi ad un rimedio naturale.
Dietro l’acufene possono celarsi lesioni all’orecchio, una progressiva perdita dell’udito correlata all’età oppure problemi di altra natura come ad esempio disturbi legati al sistema circolatorio.
In genere il fischio all’orecchio non è un segnale di problemi gravi, ma non dev’essere trascurato. Come ogni disturbo che colpisce l’organismo, bisogna in primis individuarne la causa che sta alla base.

Chi soffre di acufeni può avvertire un fischio, un ronzio o un vero e proprio suono all’interno dell’orecchio, la cui intensità può essere forte oppure lieve.
L’acufene si divide in due tipologie: quello soggettivo, il più comune, è causato da problemi ai nervi dell’udito oppure all’orecchio e il suono viene avvertito soltanto da chi ne soffre; la seconda tipologia è l’acufene oggettivo, più raro, che può essere provocato da un osso interno danneggiato, da un problema nei vasi sanguigni e da contrazioni di tipo muscolare. Questo tipo di acufene può essere udito persino dal medico nel corso della visita.
Per ridurre i sintomi dell’acufene è possibile curarsi con dei rimedi naturali, come ad esempio quello a base di miele e aceto di mele.

Ingredienti rimedio naturale per gli acufeni

– due cucchiaini di aceto di mele
– due cucchiaini di miele

Preparazione rimedio naturale per gli acufeni

Preparare questo rimedio naturale è piuttosto semplice, in quanto basta miscelare l’aceto di mele ed il miele all’interno di un bicchier d’acqua e la soluzione è pronta. Facile e veloce, si consiglia di bere per due o tre volte al giorno, sino a che la sensazione di ronzio o fischio nell’orecchio non sarà passata.

Descrizione rimedio naturale per curare gli acufeni

L’ aceto di mele è un agente anti-infiammatorio, nonché un anti-micotico e per tale ragione lo si può utilizzare per il trattamento delle infezioni che possono stare alla base del fischio all’orecchio.

Se viene assunto come tonico quotidiano, poi, è in grado di bilanciare i livelli naturali dell’organismo ed in questo modo sarà più semplice contrastare in maniera efficace l’insorgenza degli acufeni.

Tale rimedio è utile se il fischio all’orecchio è causato da un’irritazione del timpano dovuta ad un accumulo di cerume nell’orecchio, mentre può fare ben poco se l’acufene si accompagna alla perdita di udito dovuta all’età oppure è provocato dall’esposizione prolungata nel tempo ai rumori molto forti; in gran parte di questi casi l’orecchio subisce dei danni permanenti e irreversibili ai quali non si può porre rimedio.

A livello statistico, infatti, soltanto il 5% delle persone che soffre di acufeni riesce a risolvere completamente il problema, gli altri riescono a trarre un sollievo temporaneo oppure riscontrano una riduzione dei sintomi, che però permangono.

Guarda anche come togliere il tappo di cerume

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

tea tree oil
Pubblicato da |
TEA TREE OIL: le tante proprietà ed utilizzi
Il tea tree oil è un olio essenziale ricavato dalle foglie della Melaleuca Alternifolia, una pianta molto diffusa nelle zone umide dell'Australia, dell'Asia e del Galles meridionale. La medicina popolare...
rimedio naturale per la stitichezza
Pubblicato da |
Rimedio naturale per la stitichezza o stipsi
Rimedio naturale per la stitichezza o stipsi La stitichezza è un problema ricorrente in Italia dove, statistiche alla mano, almeno l'11% della popolazione -donne in primis- ne soffre. Molti, per...
Rimedio naturale per la digestione postprandiale
Pubblicato da |
Rimedio naturale per la digestione postprandiale
Rimedio naturale per la digestione postprandiale Dopo pranzo può capitare di avvertire un senso di malessere soprattutto nella parte alta dell'addome, di sazietà precoce e un fastidioso e antiestetico gonfiore...