Rimedio naturale per l’insonnia

Rimedio naturale per l’insonnia

Rimedio naturale per l'insonnia
(Last Updated On: 02/03/2018)

Rimedio naturale per l’insonnia

Parlare di un unico rimedio naturale per l’insonnia è errato e riduttivo. La natura fortunatamente ci viene in aiuto con tante soluzioni e rimedi per dormire, in grado di accompagnarci dolcemente in un sonno profondo e ristoratore.

Le erbe in grado di esplicare un ottimo effetto rilassante sull’organismo sono: la camomilla, la melissa, la valeriana, la passiflora, il meliloto, il biancospino, il tiglio e i fiori d’arancio.

Le ricette che si possono preparare sono diverse e tutte efficaci.

Primo rimedio naturale per l’insonnia:

Ottimo è l’infuso preparato con 200 ml di acqua bollente e un cucchiaio da minestra di fiori d’arancio, da assumere un’ora prima di coricarsi.
Un decotto molto gradevole come secondo  rimedio naturale per l’insonnia si può preparare con:

– 40 gr. di fiori di camomilla
– 30 gr. di fiori di tiglio
– 30 gr. di fiori di biancospino
– 30 gr. di foglie di melissa

e facendo bollire 4 cucchiai della miscela d’erbe in 500 ml. di acqua per 5 minuti, da bere un’ora prima di andare a letto.

La camomilla è forse il rimedio per dormire più antico e conosciuto per rilassare il fisico e indurre lo stato di sonno. Esistono due specie di questo fiore, che vengono solitamente mescolate per conseguire migliori effetti sedativi: la camomilla tedesca e la camomilla romana.

Le foglie e i fiori di tiglio sono ricchi di cumarine, flavonoidi, mucillagini e tannini in grado di contrastare stati d’ansia accompagnati da mal di testa e nervosismo.

Anche i fiori e le foglie di biancospino sono un ottimo aiuto per favorire il sonno e riuscire a dormire, perché svolgono una blanda azione sedativa sul sistema nervoso centrale. Rivolgersi al medico prima di assumerlo se si è in stato di gravidanza o se si hanno problemi di pressione.

La melissa o erba cedrina ha un largo impiego in diversi problemi di origine nervosa. Sconsigliata in gravidanza e per chi ha problemi pressori alla vista.

Olii essenziali come rimedio naturale per l’insonnia:

Forse molti non sanno che anche gli oli essenziali di lavanda, camomilla, mandarino, sono validi per contrastare l’ansia. Si possono massaggiare 2 o 3 gocce direttamente sulla pelle, scioglierli nell’acqua calda della vasca per bagno rilassante, o metterne 5- 6 gocce in un diffusore per l’ambiente.

Insonnia e le sue cause

L’insonnia è un disturbo complesso che può dipendere dalle cause più svariate.
Occorre prendere consapevolezza dei disagi più profondi che ci impediscono di riposare serenamente e affrontarli, senza farsi prendere dall’ansia di risolverli immediatamente.

Altri consigli oltre al rimedio naturale per l’insonnia:

Senza dubbio è opportuno evitare i riposini quotidiani molto prolungati. Il corpo per dormire bene deve giungere stanco alla fine della giornata.
Evitare di svolgere attività stimolanti prima di coricarsi, come giocare ai videogames, parlare al telefono, piluccare snack, guardare la Tv. A letto si deve andare solo per dormire e recuperare le energie.
Cercare di andare a letto sempre alla stessa ora, non bere sostanze stimolanti prima di andare a letto ed evitare cibi troppo impegnativi per la digestione.

Guarda anche il rimedio naturale immunostimolante

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

tea tree oil
Pubblicato da |
TEA TREE OIL: le tante proprietà ed utilizzi
Il tea tree oil è un olio essenziale ricavato dalle foglie della Melaleuca Alternifolia, una pianta molto diffusa nelle zone umide dell'Australia, dell'Asia e del Galles meridionale. La medicina popolare...
rimedio naturale per la stitichezza
Pubblicato da |
Rimedio naturale per la stitichezza o stipsi
Rimedio naturale per la stitichezza o stipsi La stitichezza è un problema ricorrente in Italia dove, statistiche alla mano, almeno l'11% della popolazione -donne in primis- ne soffre. Molti, per...
Rimedio naturale per la digestione postprandiale
Pubblicato da |
Rimedio naturale per la digestione postprandiale
Rimedio naturale per la digestione postprandiale Dopo pranzo può capitare di avvertire un senso di malessere soprattutto nella parte alta dell'addome, di sazietà precoce e un fastidioso e antiestetico gonfiore...