Come lavare la lana con prodotti naturali

Come lavare la lana con prodotti naturali

Come lavare la lana e i maglioni
(Last Updated On: 24/01/2018)

Come lavare la lana con prodotti naturali

La lana è un materiale che va trattato con cura, perché è molto delicata. Lavaggi sbagliati possono far infeltrire la lana e renderla stopposa.
Per lavare la lana non servono particolari detergenti, anche perché spesso tendono a farla infeltrire e a compromettere la sua morbidezza.
Ecco come lavare la lana in maniera naturale e soprattutto efficace.

Lavare la lana con il bicarbonato di sodio

Procuratevi un po’ di bicarbonato di sodio in polvere.
Riempite quindi la vasca da bagno o il lavabo con acqua tiepida. Versate un misurino di bicarbonato di sodio e miscelate per bene. Fatto questo, immergete il vostro capo in lana in una soluzione di acqua con un misurino di bicarbonato di sodio. Lasciate in ammollo per 30 minuti, poi sciacquate con acqua tiepida e stendete il capo all’aria aperta, lontano dalle fonti dirette di luce e calore. Vedrete che tornerà come nuovo, morbido e senza il rischio che si infeltrisca.

I capi in lana non vanno assolutamente messi nell’asciugatrice. Meglio stenderli all’aria aperta, senza strizzarli. Se non è possibile usare uno spazio esterno, fate in questo modo. Fate sgocciolare il capo in lana. Adagiatelo quindi su un asciugamano di spugna. Ricoprite con l’altro lembo dell’asciugamano il capo d’abbigliamento, in modo da formare una sorta di involucro. Stendete il tutto in un luogo asciutto.

Aspettate che il capo in lana asciughi completamente. Questo accorgimento è particolarmente utile per i capi in lana molto delicati, come il cachemire o l’angora.

Come lavare la lana colorata

Se dovere lavare lane colorate, non preoccupatevi. Il bicarbonato di sodio è in grado di smacchiare senza compromettere la naturale colorazione delle fibre.

Come lavare la lana con aceto

Se tuttavia non volete rischiare, sostituite il bicarbonato di sodio con mezzo bicchiere di aceto di mele. Con questo rimedio naturale di lavaggio, avrete capi puliti, igienizzati e piacevolmente profumati. Per preservare la lana e non farla attaccare da insetti parassiti e termiti, sistemate nei cassetti una manciata di chiodi di garofano.

Vedrete che le tarme verranno respinte in maniera naturale. I vostri capi in lana saranno sempre al riparo da buchi e altri danni provocati da questi fastidiosi parassiti.
Quando fate il cambio di stagione, dovete riporre i capi in lana in modo corretto. Inserite ogni capo in un sacchetto di cellophane, avendo cura di togliere tutta l’aria in eccesso. All’interno del sacchetto, potete mettere delle erbe naturali che manterranno un fresco profumo, come ad esempio della lavanda o del mughetto.

Seguendo queste indicazioni su come lavare la lana,  il prossimo inverno troverete i vostri maglioni preferiti intatti e con una profumazione che vi sorprenderà.

Ricordate che la lana è uno dei tessuti più igienici e caldi, ma va trattata con cura perché sia sempre bella e morbida come appena acquistata.

Guarda anche come togliere le macchie di grasso dai vestiti

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Rimedi contro le formiche
Pubblicato da |
Rimedi contro le formiche
Rimedi contro le formiche A partire dal periodo primaverile e fino ad estate inoltrata, le formiche possono rappresentare un vero e proprio tormento, soprattutto per chi vive a pianterreno disponendo,...
Come lavare le tende
Pubblicato da |
Come lavare le tende
Le tende sono un elemento imprescindibile in quasi tutte le case. Oltre ad agire in difesa della privacy, coprendo da sguardi indiscreti, riparano parquet e mobili dai raggi del sole...
Rimedi contro i topi
Pubblicato da |
Rimedi contro i topi in casa e in giardino
Rimedi contro i topi in casa e giardino Chi possiede una casa in campagna sa molto bene che potrebbe vedersi spuntare un ospite inatteso: il topo. Questa problematica, comunque, potrebbe...