Come togliere una zecca da un cane, un uomo o da un bambino

Come togliere una zecca da un cane, un uomo o da un bambino

Come togliere una zecca
(Last Updated On: 07/03/2018)

Come togliere una zecca da un cane, un uomo o da un bambino

Le zecche sono parassiti le cui punture, se trascurate, possono causare diversi problemi, a causa del fatto che tale piccolo animale succhia il sangue, crescendo velocemente di dimensioni e rischiando di infettare l’organismo in cui risiede.
Contrariamente a quanto molte persone credono, le zecche non rappresentano solo un problema per gli animali domestici, essendo in grado di minacciare anche gli stessi esseri umani.
In caso di puntura possono apparire febbre, eruzioni cutanee e, successivamente, un ingrossamento dei linfonodi che si trovano in prossimità della puntura stessa.
È importante, pertanto, agire per eliminare il problema; di seguito verrà indicato come togliere una zecca adottando le giuste misure.

Come togliere una zecca con una pinzetta

Pur apparendo piuttosto facile rimuovere una zecca, in realtà bisogna procedere con cautela, perché si rischierebbe solamente di staccare solo una parte dell’animale.
È possibile agire con una pinzetta, scegliendone una che abbia una punta sottile e, possibilmente, affilata.

Cercare di afferrare la zecca saldamente sulla testa; afferrarla dal corpo, infatti, potrebbe far salivare la zecca stessa, aumentando la possibilità di trasmettere malattie. In alcuni casi il dolore provocato dall’operazione potrebbe indurle a rigurgitare il sangue succhiato, con conseguente infezione della pelle dell’ospite.
Proseguire tirando con decisione verso l’esterno, evitando di torcere la pinzetta e di procedere a strappi.

Una volta rimossa la zecca, lavare la parte interessata usando acqua calda e sapone, oppure ricorrendo ad alcol denaturato e a tintura di iodio; terminata l’operazione lavare le mani con molta attenzione. Alcune volte, le zecche hanno dimensioni talmente piccole da rendere impossibile rimuoverle con una pinzetta; in questo caso, recarsi dal medico.

Come togliere una zecca da un cane, da un uomo o da un bambino con del filo

Un altro metodo per togliere una zecca consiste nell’impiegare del filo interdentale; dovrà essere adottato un filo molto sottile e non cerato. Procedere avvolgendo il filo attorno alla testa dell’animale, quindi stringerlo, annodarlo e sollevare le due estremità lentamente. Se l’operazione verrà effettuata correttamente, la bocca della zecca finirà per staccarsi. Anche in questo caso sciacquare le mani con acqua e sapone.

Nei giorni successivi alla rimozione della zecca controllare la zona del morso, tenendo monitorati anche eventuali sintomi come mal di testa, dolori muscolari, brividi o febbre; potrebbe anche manifestarsi un eritema “a bersaglio”. Questa sintomatologia potrebbe indicare lo sviluppo della “malattia di Lyme“, oppure di un’altra infezione; per non correre rischi, in presenza di uno o più sintomi recarsi dal medico.

Quando la zecca sarà stata rimossa bisognerà evitare di gettarla a terra perché, molto probabilmente, sarà ancora viva e potrebbe attaccare nuovamente. Procedere, pertanto, gettandola direttamente nel water oppure immergerla nell’alcol denaturato.

Guarda anche come togliere il tappo di cerume dalle orecchie

Tags

ALTRI POST CHE TI SUGGERIAMO

Rimedi contro le formiche
Pubblicato da |
Rimedi contro le formiche
Rimedi contro le formiche A partire dal periodo primaverile e fino ad estate inoltrata, le formiche possono rappresentare un vero e proprio tormento, soprattutto per chi vive a pianterreno disponendo,...
Come lavare le tende
Pubblicato da |
Come lavare le tende
Le tende sono un elemento imprescindibile in quasi tutte le case. Oltre ad agire in difesa della privacy, coprendo da sguardi indiscreti, riparano parquet e mobili dai raggi del sole...
Rimedi contro i topi
Pubblicato da |
Rimedi contro i topi in casa e in giardino
Rimedi contro i topi in casa e giardino Chi possiede una casa in campagna sa molto bene che potrebbe vedersi spuntare un ospite inatteso: il topo. Questa problematica, comunque, potrebbe...